Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto e la sicurezza nella navigazione.
( Normativa europea - Decreto legislativo 69/2012 e 70/2012,  provvedimento del garante privacy  8/4/2014, gazzetta ufficiale 126 3/6/2014,  obbligo di legge dal 3/6/2015) .

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.nuovapoesia.com (“Sito”) gestito e operato da Cristiano Sias, via G.Mazzini 48, 15060 Vignole Borbera (AL), C.F. SSICST54P05E004Z (“Cristiano  Sias").

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:
I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:
I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre il Sito utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Il Sito non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; il Sito a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy del Sito si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:
I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

Cookies essenziali:
Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:
Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:
Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di CookiePrima parte Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàRecuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
DurataCookie persistente
  
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàMemorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
  
3) Tipologia di CookiePrima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàPersonalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)


Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permette di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.

E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto dal Sito stesso.

nuovapoesia.com

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Scritto da Gianfranco Pasanisi. Pubblicato in Prosa il 07 Nov 2016.
Hot 440 visualizzazioni 0 piaciuti

«Pss, pss, psss!»Mi bisbigliò. Mi guardai intorno circospetto, perché all’istante non percepii da dove provenisse quel sussurro.

«Pss, pss, psss!» Sentii ripetermi. Volgendo lo sguardo in direzione del flebile richiamo, vidi una sorta di uomo vitruviano che, attaccato alla parete, con le braccia allargate e le gambe unite sembrava Cristo in croce. Mi guardava con occhi impauriti, dilatati e premeva la sua figura sul muro, proprio là, all’angolo estremo della palazzina A della casa alloggio.

Sembrava volersi incamerare tra i mattoni rossi, diventare un tuttuno con la parete, tramutarsi in pietra per eclissarsi, per scomparire in quell’osmosi.

Con i capelli irti ed elettrizzati, il viso appiattito di lato, in uno stato di immobilità sconcertata, mostrava i segni del terrore dipinti sul volto.

«Pss, Pss, Psss!» Sibilò per la terza volta.

«Ehi, signore!» Continuò a fil di voce. «Per favore guardi dietro l’angolo.»

«Dietro l’angolo?» Gli domandai.

«Si, dietro l’angolo. Devo attraversare la strada ed ho paura di essere visto.»  Rispose in preda al panico.

«Visto da chi?»Richiesi.

«Da mia moglie. Ella mi perseguita, mi controlla, mi spia, mi segue, mi tallona.»

Mi sporsi oltre lo spigolo del caseggiato, scrutai attentamente fino all’orizzonte visivo, vagliai ogni angolo, ogni rientranza della strada. Non vi era anima viva.

«Stia tranquillo! Può attraversare. Non c’è nessuno.» Lo rassicurai.

«Guardi bene, per favore. Ella sa ben occultarsi, si cela per poi comparire all’improvviso come un fantasma. È un camaleonte, si mimetizza con le siepi, piglia la tinta delle auto in sosta dietro cui si nasconde, per camuffarsi assume il colore verde, rosso, grigio, nero delle cose. Lei non la conosce… è capace di tutto.»

Riguardai, per tranquillizzarlo. Poi con tono incoraggiante lo invitai ad attraversare. Egli abbassò le braccia, le fece oscillare in parallelo per prendere la rincorsa e, con la velocità del vento, si portò sull’altro margine della strada, incollandosi come manifesto, con le braccia tese in alto, sul muro della palazzina B.

In quel mentre vidi avanzare verso di me il mio amico strizzacervelli, il Dottor Angelo De Bolis, direttore della Casa Alloggio Psichiatrica.

Leggendo sul mio volto lo stupore originato dalla scena cui avevo assistito, mi sorrise divertito. Poi con affabilità, indicando quel soggetto eccentrico, mi rassicurò: «Clodomiro è un nostro paziente. È un tipo tranquillo, non farebbe del male neppure a una mosca. È qui per sottoporsi a cura farmacologica e psicologica che lo liberi dall’ossessione della moglie, ch’egli considera un’acerrima nemica che complotta contro di lui.»

«È donna così perversa costei?»Gli domandai.

«Malvagia proprio no. La definirei piuttosto insopportabile, stressante, accentratrice, opprimente, prevaricatrice, petulante… E chi più ne ha, più ne metta. Ah! Ho dimenticato di usare il termine che meglio la qualifica: An-nien-tan-te.»

Mi interrogai ad alta voce: «Può una donna di tale fatta ridurre in condizioni così miserrime un uomo?»

«Certo… Soprattutto se questa catastrofe umana si rovescia con tutta la sua forza devastatrice su un persona fragile e imbelle come Clodomiro. Questo tu non puoi comprenderlo, perché sei un single impenitente con l’aggravante di essere affetto da scapolite acuta. Tale situazione ti è completamente sconosciuta.»Sottolineò l’amico ripara-matti.

In quel mentre vedemmo avanzare verso di noi una donna corpulenta.

«Lupus in fabula!» Esclamò Angelo. «La donna che sopraggiunge è la signora Ubalda, moglie di Clodomiro.»

Quando fu abbastanza vicina, la osservai attentamente. Si presentò in tutta la sua tracotanza fisica: alta, imponente, tracimante, muscolosa in sovrabbondanza. Esponeva, in bella mostra sul viso truce, due more mature, due grossi porri contornati da cespugliosi e ispidi peli, collocati in perfetta simmetria ai due lati della bocca pronunciata. La capigliatura era scomposta ed arruffata e si allungava in due lunghe basette lanuginose. Un’incauta quanto approssimativa ceretta non aveva del tutto estirpato il pelame dei baffi che ora si proponevano con un alone grigiastro. Gli occhi cisposi erano sovrastati da una foresta di peluria sopraccigliare.

Confesso: nell’osservarla si rafforzò in me, in modo definitivo, la vocazione al celibato.

Senza scomodarsi neppure per un saluto, determinata e scostante, ci passò accanto e si avviò dritta in direzione del marito che, nel vederla, tentò di scomparire ancor più nel muro, stirandosi fino all’inverosimile.

«Clodomiro!» Urlò la donna con voce risonante, ponendo i pugni chiusi sui fianchi a mo’ di sfida e muovendo la mandibola volitiva.

«Clodomiro non c’è.»Rispose il tormentato pusillanime.

«Non fare il cretino! Imbecille, ti vedo.»

«Ti dico che Clodomiro non c’è.» Ribadì il meschino, sforzandosi di apparire il più convincente possibile.

Perentoria ella lo rimproverò: «Ora basta! Mi sono rotta di assecondare le tue manie persecutorie. Vieni qui!» E nel pronunciare quelle due ultime, semplici parole, ci mise tanta asprezza che il marito si ritrasse spaurito.

Del resto, le aveva accompagnate col gesto della mano puntando il dito indice all’altezza delle scarpe, così come si fa con un cane che non vuole ubbidire al suo padrone.

L’amico mi guardò con occhi compiacenti. Poi spiegò:

«Vedi! Per far guarire più rapidamente il paziente, occorrerebbe per prima cosa adottare una tecnica psicoterapica di coppia. Io li terrei entrambi qui ma tra marito e moglie vi è tale avversione che questa modalità di cura diventa improponibile.»

Gli accordai tutta la mia comprensione:

«Mi rendo conto delle difficoltà che siete chiamati ad affrontare per la difficile soluzione di questo caso patologico. In coscienza non ti invidio, pur nella consapevolezza che la tua assiomatica preparazione professionale ti porterà al successo.»

Intanto la signora Ubalda proseguiva imperterrita il chirurgico massacro del marito. Lo investiva di mille domande con un linguaggio irriverente e torrenziale: «Ti sei cambiate le mutande? Hai fatto la doccia? Perché non ti sei sbarbato? Ti sei spazzolate le scarpe? Ti sei lavato i denti? Hai cambiato la maglia interna? Hai fatto colazione? Hai pulito la tua camera? Ti hanno dato le pillole? Ti hanno fatto l’iniezione?»

Poi, impietosa: «Parlerò col Dottor De Bolis perché possa tornare a casa al più presto. Hai bisogno delle mie attenzioni. Non sai vivere senza di me. Se non ci fossi io, saresti un uomo inutile, un uomo sciatto, trasandato.»

Ad ogni parola profferita dalla donna sembrava che gli aculei di una immaginaria corona di spine trafiggessero la fronte del povero cristo. Egli si contraeva in spasmi di dolore e, mano a mano che ella proseguiva nel suo eloquio incalzante, si ritraeva con le mani sulle orecchie, in posizione raccolta come a volersi chiudere nel guscio di una lumaca o nel carapace di un crostaceo. Desiderava dissolversi, sprofondare al di sotto della crosta terrestre.

E la donna inesorabile era lì a tormentarlo ancora: «Sei un essere inutile, un uomo senza attributi… Un vero fallimento.»

Osservando quella scena, provai nei confronti di Clodomiro un sentimento di umana pietà ed una profonda solidarietà di genere… Maschile... Naturalmente.


Gianfranco Pasanisi

Autore: Gianfranco Pasanisi

53 175 55

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
1 Non mi piace0
5 1 1 1 1 1 Gradimento medio 5.00 (Voti 1)

Guarda tutti gli scritti di Gianfranco Pasanisi

Le sue ultime pubblicazioni:

Vota questa pubblicazione

55

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato

Mercoledì, 20 Marzo 2019 00:09
Mercoledì, 20 Marzo 2019
Oggi vi consigliamo

Guarda la pagina di
  • Sara
  • karlson oscar
  • james
  • Massimo Pacelli
  • testinga
  • Utenti Online: 1
  • Utenti Offline: 53
  • Ospiti: 359
56 Utenti 456 Articoli 29 Web Links 321648 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop