La libreria più grande del mondo!


La libreria più grande del mondo!

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 5.00(Voti 1)
Scritto da michela. Pubblicato in Prosa il 01 Ago 2022.
63 visualizzazioni 0 preferiti

Salpa la sera ad ovest

dove i sogni si dipanano;

sull’ultimo rigo del giorno,

svolazza una rondine stanca.

 

Esisto nello stesso istante,

respiro la notte sussurrante,

lascio chiuso nel tempo sospeso

il vuoto e i tormentati pensieri.

 

Una stella  indica un sentiero,

ed è lì che semino impronte,

su quella strada che nasce dal nulla

ritrovo l’essenza, ritrovo la vita.

Quando la tristezza, il rimpianto, il dolore per una persona che non c’è più, quando la vita sembra spenta e senza più significato, quando il male di vivere prende il sopravvento e la voglia di stare a casa è alle stelle, l’orologio biologico perde punti di riferimento .

Cosa fare allora?

Bisogna imparare a resistere alle emozioni distruttive, ritrovare il senso della vita  squarciando il velo del sonno della routine che accompagna le giornate .

La vita non contiene null'altro che un dono , essere ciò che si è, essere pronti a lasciare andare ciò a cui si è attaccati per evolversi verso una dimensione diversa , verso l’accoglienza piena della vita stessa, incamminandosi  , giorno per giorno, “…..su quella strada che nasce dal nulla…..”  per ritrovare  e riscoprirne l’essenza.

“…..ed è lì che semino impronte….”. L’arte è proprio essenza e visione della vita, il principio della  metamorfosi ricomincia da lì, sublimando i doni che si posseggono  e nutrire lo spirito spendendo il  tempo in emozioni e sentimenti dedicandosi  totalmente a sperimentare forme artistiche, fuggendo  dall’addomesticamento di regole e credenze inculcate a discapito della libertà di pensiero e di azione   che impediscono il vedersi  come veramente si è.

A quel punto non si ha  più bisogno di “istruttori esterni”, si lascia semplicemente agire la fantasia, l’essere interiore che vive in ciascun essere, la  libertà di pensiero ,  per riversarli  su una tela, a volte su una pietra, altre volte ancora scrivendo.

Lo si fa per  gli applausi ? NO ! Per la maggior parte di volte non si aspetta nulla,  semplicemente si va avanti con la vita cercando di realizzare i  pochi ma meravigliosi sogni. 

 

 

 

 


michela

18 94 11

1 Non mi piace0

Le sue ultime pubblicazioni:

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Ho pensato avessi sbagliato a inserirla in prosa, poi ho letto. Ma la poesia è importante, in quell'inizio coraggioso di un dipanarsi di matassa di mare e sogni come una partenza, o un arrivo, del buio, in un sussurro da respirare, riprendendo la strada della verità, e alle spalle il nulla. Ma è un vuoto fatto di assenza, che ingoia tutto e fa apparire la vita stessa totalmente vuota.
    Si riprende il tema dei sogni reali trattato anche in una mia raccolta, la consapevolezza del dono, fino a quando l'essenziale "non è più invisibile agli occhi". Ecco l'arte, le impronte che ci guidano, e sogni e incubi si trasformano per diventare un cammino, reale appunto, o meglio realizzato. Una perla di saggezza.

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele. (A.Magnani)
Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele. (A.Magnani)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 52
  • Ospiti: 205
56 Utenti 579 Articoli 871276 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   

Cambia l'aspetto chiaro/scuro