nuovapoesia.com Scrittori e Poeti del Web

nuovapoesia.com

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 4.00(Voti 1)
Scritto da Daniela. Pubblicato in Prosa il 11 Lug 2022.
Hot 1210 visualizzazioni 0 preferiti

Quindi era questo che doveva essere espiare le mie colpe in eterna astinenza, 

la pelle conserva memoria e allo stesso modo dimentica.

Non ricorda più il piacere com’è fatto sa che c’è stato, non si tratta di vergogna piuttosto una porta che chiude al suo interno un’intera vita fatta di abitudini e stanze.

Così, io padrona della mia resistenza, ho staccato la suoneria. Un risveglio senza tempo, non c’è più l’affanno, la gelosia.

Il volto, il corpo risentono del peso gravitazionale tutto scivola sensibilmente incontro alla terra.

Mi sono liberata di quella tensione idealizzata che traevo dagli sguardi compiaciuti che sfioravano il fluido passaggio delle mie vesti.

Questa nuova libera condizione di non sentirsi più femmina_rapace, mi partecipano tanti ruoli mai più quello di amante.

E’ un’opportunità entratami dentro così un giorno dopo l’altro.

Oh! c’è stata la stagione che sembrava fosse arrivata a punirmi, a legarmi i polsi e poi ad imbavagliarmi e stringere la benda sopra gli occhi...

Non aveva più senso possedere sensi

ha finito per pulsare sempre meno quel cuore di BRACE.

Ha smesso contraendosi di ora in ora l’organo del PIACERE, fino a ridursi in una vaso di terracotta al centro di una terrazza battuta da un vento di arsura: non sono pazza! Parecchi lo pensano. Lo so che lo pensano. 

Ho lasciando che l’inverno si prendesse le mie ossa restituendomi a nuove dolenti melodie da crescere. 

Daniela Sulas


Daniela

22 156 24

  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Guarda tutti gli scritti di Daniela

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



A michela piace il commento su Tempo sospeso
A Cristiano Sias piace il commento su L'assoluto
Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo. (Voltaire)
Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo. (Voltaire)
A michela piace il commento su Tempo sospeso
A Cristiano Sias piace il commento su L'assoluto
A Carmelo piace il commento su Riflessione
Cristiano Sias ha commentato Riflessione
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 54
  • Ospiti: 387
58 Utenti 742 Articoli 1785018 Visite agli articoli 20 Web Links

Grazie da Nuovapoesia

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   Timeline