Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto e la sicurezza nella navigazione.
( Normativa europea - Decreto legislativo 69/2012 e 70/2012,  provvedimento del garante privacy  8/4/2014, gazzetta ufficiale 126 3/6/2014,  obbligo di legge dal 3/6/2015) .

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.nuovapoesia.com (“Sito”) gestito e operato da Cristiano Sias, via G.Mazzini 48, 15060 Vignole Borbera (AL), C.F. SSICST54P05E004Z (“Cristiano  Sias").

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:
I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:
I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre il Sito utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Il Sito non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; il Sito a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy del Sito si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:
I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

Cookies essenziali:
Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:
Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:
Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di CookiePrima parte Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàRecuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
DurataCookie persistente
  
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàMemorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
  
3) Tipologia di CookiePrima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàPersonalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)


Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permette di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.

E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto dal Sito stesso.

nuovapoesia.com

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Scritto da ester. Pubblicato in Prosa il 31 Mar 2018.
99 visualizzazioni 0 piaciuti

 

- Mamma, dove va la nonna ogni giorno?
- Ti spiegherò… o forse lo capirai da solo, presto.
- Ti prego, spiegamelo ora.
- Prova a seguirla, se vuoi, ed osservala… vedrai tu stesso.

La nonna aveva preso la via per la grande collina e s’addentrava, con passo stanco, nella macchia di querce e larici. Non era sola: a distanza il nipote la seguiva. Ciascuno dei due sapeva della presenza dell’altro, ma fingeva di ignorarla. La vecchia raggiunse una radura, si fermò e si mise a contemplare il cielo, l’orizzonte, gli alberi. Sembrava conoscesse tutto molto bene. Aveva intorno tutto quello che desiderava e, come aveva previsto, non era nemmeno del tutto sola. Restò immobile, accovacciata sull’erba per molto tempo, fissando un punto lontano avanti a sé.
Mathias intuì che doveva esserci una spiegazione per questo comportamento insolito. Pure non osò disturbare la nonna. Per un po’ rimase in silenzio ad osservare, poi decise di tornarsene a casa.

Si andava verso il pieno dell’estate, le giornate si allungavano e la calura a volte si faceva opprimente.
La nonna ne approfittava per prolungare le sue soste nella radura, dove l’ombra le era di sollievo. Il nipote la seguiva ancora, sempre tenendosi a rispettosa distanza.
Ella era assai avanti negli anni e affrontava il tragitto con sempre minor lena. Pure ogni giorno non rinunciava a tornare là.
In casa il caldo le toglieva il fiato, così spesso trascorreva la notte sul dondolo sotto la veranda.
Anche sedersi a terra ormai le costava troppa fatica. I figli le sistemarono la sua sedia preferita proprio là, nella radura e, da quel giorno, la nonna non rientrò più a casa nemmeno di notte.
Il clima asciutto e la tempra robusta della vecchia fecero sì che le lunghe ore, trascorse all’aperto, non danneggiassero più di tanto le sue ossa.
Pure sembrava che le stesse accadendo qualcosa. Un cambiamento impercettibile nel colorito, nei movimenti… Mathias non sapeva spiegarselo, ma s’aspettava qualcosa d’irreparabile.

Da tempo la nonna non si muoveva quasi più e nemmeno si nutriva. Accettava solo dell’acqua dalla figlia che l’accudiva con dedizione. Il nipote osservava tutto da lontano.
A volte aveva la sensazione che le due donne parlassero fra loro, o forse se lo immaginava, comunque c’era un’intesa fra loro e un’attesa nell’aria…
Alla fine dell’estate comprese: la nonna era ormai immobile da giorni e i figli si avvicendavano intorno a lei come per muti commiati.

A Mathias non dissero nulla, doveva capire da solo.
Combattuto fra la curiosità ed una sensazione opposta di timore, che lo tratteneva a debita distanza, alla fine si decise. Approfittò di un momento in cui nessuno era nelle vicinanze e si accostò a quella figura statica, che da lontano non riusciva più a distinguere: nonna aveva mutato aspetto e natura.

 

 

Riconobbe i tratti del volto della nonna come incisi nella scura e rugosa corteccia di una quercia.
Le spalle curve, le gambe divenute un tutt’uno ormai: il tronco di un albero, una quercia appunto, fusa ormai con la terra, nella quale aveva messo radici.
Un brivido freddo lo colse.

Alle sue spalle la mamma fu pronta a sorreggerlo:
- Ora saprai anche tu del patto.
- Ma… è morta! È morta e non mi avete detto nulla. Perché?
Se lo avessi capito prima, non glielo avrei permesso. Perché non l’avete strappata di lì quando eravate ancora in tempo?
- No, Mathias, non è morta e noi comunque non avremmo potuto trattenerla: era la sua volontà. Era ormai tempo che si compisse tutto secondo i suoi desideri.
Il bambino si agitava, senza sapere dove guardare: la realtà che aveva innanzi non era quella che conosceva e non voleva accettarla. Era accaduto tutto nell’arco di qualche settimana. Ora rifiutava di accettare l’inverosimile:
- Quale patto?

- Nove anni non sono molti, ma possono bastare per comprendere.
Ti ho già raccontato altre volte che ogni creatura può vivere più di una vita.
Dopo la morte, quella vera che tu già conosci, ogni essere rinasce, prima o poi, sotto altra forma o, raramente, in una simile a quella in cui ha appena concluso la sua esistenza e conserva qualche ricordo, a volte, di ciò che fu. Questo non ci deve turbare, anzi.
Ricordare qualcosa delle vite precedenti ci aiuta a comprendere meglio noi stessi e le nostre inclinazioni.
- Non mi interessa questa storia, non ti credo più: nonna è morta e tu l’hai lasciata morire, tu ed i tuoi fratelli. Non ve lo perdonerò mai.
- Basta, Mathias, tu sei sconvolto per ciò che hai visto, ora devi conoscere la verità. Poi deciderai se credermi o no.
Nonna non è morta: è qui davanti a noi ed io non oserei mentire in sua presenza.
- Continua.
- In una precedente vita gli antenati di nonna furono querce secolari, fiere del loro aspetto, soddisfatte della loro natura, intimamente legate alla terra, che le aveva generate e nutrite.
Le querce vivono a lungo, questo lo sai, vero?
Una di loro, dopo una lunghissima esistenza felice, passò ad altra vita e nacque sotto forma umana. Viveva un profondo disagio che non sapeva spiegarsi. Avvertiva la privazione di qualcosa che pure non sapeva individuare. Un forte impulso la spingeva ad inoltrarsi nei boschi. Si sentiva attratta da ogni forma di vita vegetale: ne invidiava l’appartenenza ad un luogo preciso e le lunghe radici ancorate solidamente al terreno.
Dopo molti anni, ormai prossima alla fine, ebbe dei momenti di lucidità, in cui si rivide quercia e ricordò… Tanto soffrì e tanto pregò, che ottenne la grazia e le accadde quello che è appena accaduto a tua nonna e che forse un giorno succederà anche a me.
- No!
- Tornò a vivere come quercia, nel luogo da lei prescelto. Possibile che tu non comprenda?
Non si tratta di una disgrazia. È un dono che fu concesso a lei ed ai suoi discendenti. La nonna è una di loro ed ora continua a vivere lì, nel posto che lei stessa ha scelto, quando ha sentito avvicinarsi la sua ora. O forse era da un’intera vita che lo cercava…

Ricordi quando suo fratello sparì?
- Lo zio Theodor?
- Sì lui, certamente se ne andò in cerca di un luogo adatto per rinascere, questi boschi non gli erano mai piaciuti…

 

Sono certa che vive felice da qualche parte della terra, come ora la nonna.
La terra, sai, trasmette le loro vibrazioni e forse si metteranno in contatto.
Noi siamo stati fortunati: lei si è accontentata di fermarsi qui, dove potremo ancora vederla e sentirci ancora amati da lei.
- Io non sono felice per tutto questo, non mi sento fortunato.
- Mathias, ricordi dov’è il nonno?
-Sì, sull’altra collina, sottoterra… vicino alle altre tombe dei nostri cari… lui è… morto!
Ora il bambino piangeva sommessamente.
-Sì, Mathias. È morto e non sapremo mai se anche lui ora è una nuova creatura. Nonna invece è qui, davanti a noi.
Seguì un momento di silenzio, poi Mathias annuì:
- Ho capito.

- Devi promettere ora. Devi promettermi che non cercherai d’impedirmi d’essere felice, quando verrà il momento…
- Ma, mamma…
Rimase ancora un po’ in silenzio ad inghiottire qualche lacrima.
- Hai la mia parola, mamma. Vieni, non piove da molti giorni. Nonna ha sete: le sue radici non possono essere ancora abbastanza profonde.

- Grazie Mathias, ero sicura che avresti compreso.

Madre e figlio si legarono in un lungo abbraccio, a consolidare l’intesa, e piansero senza più parlare.


[03/12/2004]


ester

Autore: ester

39 857 41

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
0 Non mi piace0
1 1 1 1 1

Guarda tutti gli scritti di ester

Le sue ultime pubblicazioni:

Vota questa pubblicazione

05

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato

Giovedì, 20 Settembre 2018 03:35
Giovedì, 20 Settembre 2018
Il cuore ha ragioni che la ragione non conosce. (B.Pascal)

  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 53
  • Ospiti: 204
54 Utenti 449 Articoli 29 Web Links 278968 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop