Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto e la sicurezza nella navigazione.
( Normativa europea - Decreto legislativo 69/2012 e 70/2012,  provvedimento del garante privacy  8/4/2014, gazzetta ufficiale 126 3/6/2014,  obbligo di legge dal 3/6/2015) .

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.nuovapoesia.com (“Sito”) gestito e operato da Cristiano Sias, via G.Mazzini 48, 15060 Vignole Borbera (AL), C.F. SSICST54P05E004Z (“Cristiano  Sias").

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:
I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:
I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre il Sito utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Il Sito non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; il Sito a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy del Sito si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:
I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

Cookies essenziali:
Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:
Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:
Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di CookiePrima parte Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàRecuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
DurataCookie persistente
  
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàMemorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
  
3) Tipologia di CookiePrima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàPersonalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)


Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permette di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.

E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto dal Sito stesso.

nuovapoesia.com

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Scritto da Carmen Cantatore. Pubblicato in Prosa il 07 Lug 2017.
Hot 914 visualizzazioni 0 piaciuti

Guardo l'orologio, è molto tardi.

Mi sono attardata  ascoltando il relatore ma ora devo scappare, prendo le chiavi dell'auto dallo zaino e mi appresto ad uscire. Qualcuno mi ferma ma non ho un minuto da perdere, mi stanno aspettando. Percorro velocemente il tratto di strada che conduce al parcheggio, salgo in macchina e avvio il motore. La giornata non è molto calda per essere giugno, da settimane piove in continuazione mitigando la temperatura del sole.

Si sta bene.

Seguo il tragitto che conosco benissimo e che tutti i sabati mi porta al centro studi. Strade tranquille di un quartiere periferico costeggiate dai tigli le cui infiorescenze sono appena sfiorite, nell'aria si può ancora percepire il loro intenso profumo.

Ora mi avvio verso la tangenziale.

Guidare mi permette di pensare pur concentrandomi sulla strada.

Prima dell'ingresso autostradale imbocco lo svincolo e m'immetto, finalmente mi rilasso un po', qui il percorso è lineare, unica direzione, mi piace correre e approfitto del tratto fino a casa che mi permette di soddisfare questo piacere.

Il controllo automatico della velocità si trova poco prima dell'uscita che mi conduce verso casa.

Penso.

'A quel tempo non v'era l'addio al 'nubilato' ed io decisi di festeggiare in solitaria, con la mia cara 'cinquecento' rossa. Il giorno successivo ero di nozze, le mie: da tempo desideravo fare questo. Guidai fino all'ippodromo, un lungo nastro d'asfalto alberato conduceva fino fuori città, l'illuminazione quasi nulla... Spensi i fari e accelerai. Un chilometro, due, tre, improvvisamente un paio di fanali gialli si accesero davanti a me. Si spalancarono e s'immobilizzarono qualche secondo prima di sparire saettando velocemente verso il bordo della carreggiata delimitata dalla siepe. Si riaccese la luce nella mia mente, rallentai e spinsi la levetta dei fari dell'auto...'

I molti ricordi si accavallano per manifestarsi. Come all'ingresso di un teatro stanno in fila nella mente in attesa del loro turno d'ingresso alla razionalità.

Un cartello segnaletico indica il limite dei novanta all'ora.

Il piede pigia sull'acceleratore, posso correre e, analizzando la prima immagine sfocata, sposto rapidamente lo sguardo intorno a me. Altri mi seguono e precedono, la corsia di sorpasso è libera, ho fretta. Sposto l'indicatore di direzione verso il basso, voglio superare queste lumache in vacanza.  Poi controllo le luci, alzo il volume del cd cercando di contrastare le immagini sfocate che mi giungono dall'inconscio. Il piede amoreggia col pedale di destra, lo sollecita titubante, quasi rassegnato. Infine preme con decisione e l'auto,  già veloce, vola. Sento la chimica del mio corpo reagire, il cuore batte velocemente, il sangue circola nelle vene e i pensieri, i ricordi, le immagini si fanno più pressanti. E l'adrenalina va.

Improvvisamente il computer di bordo mi dice che si è verificata un'avaria.

Controllo i comandi, operazione complessa, troppe icone sul display. Tutto sembra in ordine, carburante, olio, alimentazione, luci... E questa? Dice: 'Luci in avaria - verificare il sistema'.

Provo a ruotare il comando di accensione delle luci, sembra tutto a posto. Con la mente oramai satura cerco di prendere una decisione rapidamente, mi servono le luci in tangenziale, non posso viaggiare senza ma non so se funzionano, dovrei fermarmi e verificare. Si! Ma dove? Non ci sono piazzole di sosta fino all'uscita, controllo la velocità: centotrentacinque chilometri orari, va bene, forse è meglio rallentare, controllo il retrovisore, c'è un tizio che mi tallona da presso. Sempre così, c'è sempre qualche pirla che ti sta alle calcagna quando vai veloce. Non posso spostarmi subito,  sull'altra corsia ci sono tre auto. Allora decido di accelerare ancora un pochino,  di superare le tre auto a fianco e rientrare. Così potrò rallentare e riflettere con calma, controllo ancora il display del computer di bordo, la segnalazione sta sempre lì. La chimica del mio corpo cambia velocemente, ora un'ondata di calore si sta spandendo dappertutto. Le tre auto a fianco decidono improvvisamente di accelerare.'Perché' mi chiedo 'quando serve fanno tutti i contrario di  tutto quello che ci si aspetterebbe?'

Ho un momento di panico, non posso rallentare, sono tallonata da un'auto, non posso rientrare perché la corsia è occupata, unica alternativa accelerare, ancora un po'.

Un ombra improvvisa schizza davanti al parabrezza, non ho nemmeno capito di cosa si tratta, forse un gabbiano? Ce ne sono molti lungo il fiume che costeggia la tangenziale, non ho sentito nemmeno il rumore dell'urto. Quale urto? Tutto è un urto oramai. Il rumore è coperto dall'esplosione degli air-bag.  Mi rendo conto che stringo con furia le mani sul volante, accecata dallo scoppio dell'involucro sento la cintura di sicurezza che mi trattiene ma la testa sbatte violentemente non so dove, sento il fracasso dei vetri che scricchiolando si staccano dai finestrini, lo stridio delle lamiere che si contorcono sbattendo violentemente, quelle dell'auto e quelle del guard-rail. Alcuni segnali d'emergenza del sistema di sicurezza della vettura  suonano all'impazzata. Non ci vedo, non sento niente, solo l'innaturale silenzio che scende immediato come un telo nero. Ora tutto è fermo. Cerco di capire come sto. Che danni ho riportato. Cerco di aprire gli occhi, guardare, una cortina rossa copre ogni cosa. Comincio a percepire un sordo dolore alla testa e rivoli di calore scendere lungo il corpo. I piedi non si muovono, sono incastrati sotto la plancia di comando ma non sono nemmeno certa che siano lì, non li sento. Comincio a percepire forti bruciori un po' ovunque, il vomito sale dallo stomaco digiuno in conati violenti e vuoti. Ho paura, ora ho freddo, sento voci, qualcuno chiama, una sirena, poi più nulla.

 

 

 

 

 


Carmen Cantatore

Autore: Carmen Cantatore

69 541 68

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
4 Non mi piace0
1 1 1 1 1

Guarda tutti gli scritti di Carmen Cantatore

Le sue ultime pubblicazioni:

Vota questa pubblicazione

05

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato

Martedì, 17 Settembre 2019 06:35
Martedì, 17 Settembre 2019
Rendimi casto, ma non ora. (Agostino)

  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 55
  • Ospiti: 358
57 Utenti 471 Articoli 29 Web Links 384064 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop