Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

nuovapoesia.com

5 1 1 1 1 1 Gradimento medio 5.00 (Voti 1)
Scritto da Gianfranco Pasanisi. Pubblicato in Prosa il 06 Ott 2016.
Hot 854 visualizzazioni 1 preferiti

     Demetra, nutrice della terra verde, artefice della vita e della morte, vagava, incorporea, per le campagne del Salento tra ulivi millenari e secolari.

     Essi erano, tra le piante, le sue creature preferite, custodi del trascorrere del tempo e dell’anamnesi.

    In questo suo girovagare, la Dea si compiacque della bellezza della natura di Apulia e volle dare un’anima all’ulivo perché l’unità trascendente venisse resa viva ed operante per suo tramite in una specie di ipostasi, di rappresentazione concreta di una realtà ideale.

     La pianta accolse in sé il dono dello spirito che trasferì ad altri e che dagli altri ricevette quale trasmigrazione della psiche.

    Per questo, sui tronchi ritorti dell’albero, madre natura disegna figure allegoriche frutto di questo trasferimento e si possono quindi ammirare nelle campagne salentine tronchi d’ulivo dalle varie forme: l’ulivo urlatore, l’abbraccio degli amanti, l’ulivo pensante e tanti altri.

                                                                                Gianfranco Pasanisi


Gianfranco Pasanisi

Autore: Gianfranco Pasanisi

53 175 55

2 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Gianfranco Pasanisi

Le sue ultime pubblicazioni:



Avatar di ester
ester ha risposto alla discussione #192 07/10/2016 20:16
La bellezza e l'anima stessa della Natura e di un angolo d'Italia meritevole di molte più attenzioni e cure di quante gliene riservi la cattiva politica! Stile incisivo, lessico di pregio e contenuto pregno di significato, da mettere senz'altro in evidenza! Complimenti.
Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Mi piace questa Dea incorporea e la sua decisione di dare anima all'ulivo e chissà a quante altre piante... io sono una di quelle matte che parlano con le piante e ascoltano il senso dei loro sussurri e perfino dei lunghi silenzi, ma questo a parte, devo sottolineare nuovamente il tuo stile conciso, efficace e "pulito" (ossia qui senza fronzoli) che per me è il massimo.
    Se ti ha ispirato la bellezza del Salento e dei suoi ulivi, sei fortunato: avrei voluto vederli di persona, ma non amo più viaggiare.

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Chi pensa è immortale, chi non pensa è già morto. (Averroè)
Chi pensa è immortale, chi non pensa è già morto. (Averroè)
Carmen Cantatore - ha risposto al commento n. 731 di Morgana
ester - Ha commentato Morgana
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 50
  • Ospiti: 87
51 Utenti 495 Articoli 510997 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop