Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto e la sicurezza nella navigazione.
( Normativa europea - Decreto legislativo 69/2012 e 70/2012,  provvedimento del garante privacy  8/4/2014, gazzetta ufficiale 126 3/6/2014,  obbligo di legge dal 3/6/2015) .

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.nuovapoesia.com (“Sito”) gestito e operato da Cristiano Sias, via G.Mazzini 48, 15060 Vignole Borbera (AL), C.F. SSICST54P05E004Z (“Cristiano  Sias").

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:
I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:
I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre il Sito utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Il Sito non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; il Sito a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy del Sito si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:
I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

Cookies essenziali:
Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:
Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:
Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di CookiePrima parte Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàRecuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
DurataCookie persistente
  
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàMemorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
  
3) Tipologia di CookiePrima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàPersonalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)


Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permette di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.

E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto dal Sito stesso.

nuovapoesia.com

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Scritto da Carmen Cantatore. Pubblicato in Prosa il 28 Set 2016.
Hot 623 visualizzazioni 0 piaciuti

 

Da molti lustri mancava. La sua seconda patria le era rimasta nel cuore tutto quel tempo anche se, nel ricordo, ogni sensazione s'era affievolita. Nonostante ciò, bastarono pochi secondi perché tutti i suoi sensi riconoscessero ogni percezione che la vista di quei luoghi suscitava. Stava planando verso l'aeroporto, quando la nostalgia le si fece largo nel cuore. S'intravvedevano i tipici tetti a terrazza, il groviglio di cavi e antenne, le barche e la linea di demarcazione tra il mare e la terraferma. La sua cittadina stava sfilando sotto le ali del velivolo in rotta verso la pista di atterraggio. Un caro e vecchio amico l'aspettava nel grande atrio degli arrivi. L'agitazione e l'impazienza s'impossessarono di lei, cominciò a respirare profondamente e lentamente per contrastare il movimento affannoso del torace. Ancora poco e i suoi piedi avrebbero toccato il suolo tanto amato.

L'aria era calda nonostante fosse già  metà ottobre, il breve viaggio in automobile diede loro la possibilità di stemperare il clima di aspettativa che li avvolgeva, iniziarono a parlare dei vecchi tempi, ripercorrendo quel segmento di vita vissuta insieme che li aveva visti crescere non solo anagraficamente ma soprattutto emotivamente. In breve giunsero a destinazione, l'accoglienza calorosa sancì ulteriormente il legame che già esisteva tra loro e tutto presupponeva una splendida vacanza. Il giorno dopo avrebbero visitato le molte bellezze che quel paese dall'architettura medievale riservava ai turisti. Il museo, l'antica cattedrale, il centro storico con il labirinto di vicoli e le case costruite con lo splendido e abbagliante tufo bianco avorio. Tutto era pulito e ordinato come in un plastico, ogni cosa in armonia con l'ambiente. 

Camminavano sul selciato reso lucido dal continuo scarpinare  di tanta gente, per secoli, prima di loro. Lei ricordava ogni pietra ed ogni spigolo che formava quei geometrici disegni sulle vie. Quanti giochi, da bambina, su quelle lastre di roccia. Improvvisamente si fermò e guadando negli occhi il suo caro amico disse: "Devo andare dai miei cipressi. Voglio andare. Mi aspettano!" e riprese lesta avanzando verso la periferia. Non ci volle molto, il posto non era lontano. Dopo un'ultima curva la strada scendeva ripida lungo la collina che degradava verso il piano e là in fondo, immobili e altere come una lunga fila di frati in processione, sbucarono le cime delle piante. Già s'intuiva, in mezzo al cupo verde, l'ampio viale che costituiva l'accesso al cimitero. Le bouganville riempivano di colore i margini della strada e il profumo di fiori, nascosti tra gli ulivi, deliziava le narici. Le emozioni erano davvero troppe, affrettarono il passo e subito oltre l'ultima curva apparvero, altissimi, secolari, ombrosi e un po' burberi. L'asfalto in mezzo alla via si srotolava come un lungo nastro diritto e invitava al cammino. Ad ogni lato della carreggiata, oltre i grossi tronchi degli alberi, correva un largo sentiero pedonale, lastricato di ciottoli e di grosse bacche cadute dai rami. Li costeggiava un muro in sassi a secco, a delimitare la campagna che si estendeva verso il mare con le sue preziose coltivazioni di ulivi e mandorli. Il profumo era intenso, riempiva l'aria ancora estiva, il silenzio si percepiva sacro e solenne... Persino sussurrare sembrava inopportuno, camminavano fianco a fianco, respirando piano. I cipressi sfilavano ai lati e  i loro alti vertici ondeggiavano lentamente nella brezza. Improvvisamente un rumore sommesso, una specie di rantolio attrasse l'attenzione di entrambi, alzarono il volto e guardarono avanti. Alcuni cani occupavano il passaggio. Erano magri e sporchi, randagi. Stavano immobili al centro del viale, guardando fisso verso di loro, gli occhi senza espressione erano minacciosi. Si fermarono entrambi, indecisi sul da farsi. Un paio di latrati più forti si alzarono da quel branco di raminghi inducendoli a indietreggiare, lentamente, senza bruschi movimenti. I cani avanzarono, in silenzio, le code diritte. Non c'era modo di nascondersi, la campagna era vasta e aperta, la sua terra rossa parve improvvisamente inospitale, nessun albero abbastanza alto per trovare rifugio, a parte gli elevati picchi verdi dei cipressi, impossibili da scalare. E venne il panico, percorse le membra lungo vie nervose paralizzando e stimolando, violenta, l'adrenalina. Infine la corsa, l'inutile corsa, verso un'ipotesi di salvezza inesistente. Non ci volle molto al branco affamato per raggiungere i due che ansimavano nella folle fuga, senza più nemmeno il fiato per gridare. A che sarebbe servito gridare, non v'era anima viva nel raggio di chilometri. Con l'ultima forza che rimaneva si arrampicarono sul muretto e lo scavalcarono. Il branco percepiva l'odore della paura e si fece più audace, aumentò la corsa, qualche latrato subito si trasformò in ringhio, altri abbaiarono furiosamente, oramai solo pochi metri dividevano i fuggiaschi dalle fauci spalancate delle bestie affamate. In un ultimo tentativo lui la guardò con gli occhi furenti di rabbia e paura per l'impotenza che subivano, per la sorte che, come un ghigno malevolo, si stava avvicinando a grandi falcate, lei inciampò su di un ramo secco, tanto non rimaneva molto da fare se non cercare di ripararsi in qualche modo acciambellandosi al suolo. Fu proprio in quel viale di antichi cipressi, sotto quel doppio filare di piante tanto amate,  là ebbe l'alba il giorno più nefasto della loro vita. 


Carmen Cantatore

Autore: Carmen Cantatore

69 542 69

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
2 Non mi piace0
1 1 1 1 1

Guarda tutti gli scritti di Carmen Cantatore

Le sue ultime pubblicazioni:

Vota questa pubblicazione

05

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Il giorno dopo... fino all'ultimo ho sperato fossero ancora in auto! Ho letto volentieri questa bella pagina di prosa che merita veramente. Accuratamente descritti paesaggi ed emozioni e quel finale crudo e spiazzante. Un cortometraggio da premio per la fotografia. Sicuramente inaspettato il finale, forse troppo crudo per chi, come me, pensava già ad un rapporto assai stretto con quelle piante secolari ed in effetti lo è stato: il richiamo del destino!

  • In risposta a: ester

    Grazie Ester, sono felice che ti sia piaciuto il racconto. In realtà è una rivisitazione di un episodio reale che non è finito, però, così tragicamente anche se ciò che finisce, a volte, non è la vita ma il tipo di relazione e non sempre si tratta di una fine tragica. Senza dubbio la storia è cambiata, ai posteri verificare se il cambiamento sarà stato positivo o negativo.
    Ci sto scrivendo un 'libro' su questa storia...

    Ultima modifica commento 3 anni fa da Carmen Cantatore
  • In risposta a: Carmen Cantatore

    Allora auguri, lo aspetteremo :)

  • Grazie Ester, mi cimenterò con impegno, sono già al lavoro...

Martedì, 15 Ottobre 2019 14:25
Martedì, 15 Ottobre 2019
La vecchiaia è la sede della sapienza della vita. (Papa Francesco)

  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 56
  • Ospiti: 179
58 Utenti 471 Articoli 29 Web Links 392497 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop