Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

nuovapoesia.com

4 1 1 1 1 1 Gradimento medio 4.00 (Voti 1)
Scritto da carmen moro. Pubblicato in Prosa il 31 Ago 2016.
Hot 799 visualizzazioni 0 preferiti

Rosi aveva chiamato giorgio per mettersi d'accordo per quel sabato sera, dovevano organizzare la festa di compleanno di Antonella per i sui 18 anni, e di idee ne giravano diverse.

Si ritrovarrono tutti a casa di Andrea e dopo infinite risate e scherzi decisero di andare a S. Vincent al casinò, alle 22 si riunirono, Andrea, Antonella, Giorgio, Rosi, Luca, Sara, Giovanni, Margherita e tutti gli altri della loro compagnia. Partirono da Torino che faceva freddo e una leggera nebbia era scesa sulla A21 che li avrebbe portati dritti dritti in Val D'Aosta.

Arrivarono con le loro macchine, si recarono nel locale prescelto, diedero inizio alla loro festa, bellissima, dolcissima e triste, come sono le feste di chi sta per lasciare la spensieratezza per entrare nel mondo delle decisioni, Luca si era iscritto ad ingegneria, Sara sarebbe partita con medici senza frontiere per un anno di volontariato nel Kasmir, Antonella pensava alla maturità ed al viaggio premio in un college americano (forse la mitica Berkley).

Fecero l'alba, senza accorgersene e intatto la nebbia si era infittita, partirono a tutta velocità con le radio che sparavano musica  ed ad un tratto un banco di nebbia, un colpo di sonno e Luca perse il controllo della vettura, sfondò il guard-rail e precipitò in una scarpata.

Per Antonella, Sara  e Luca il viaggio dell'esistenza era  finito ancora prima di iniziare, e gli altri si trovarono catapultatiin una fredda notte di novembre nel terribile mondo della realtà, che distrusse in un colpo solo i sogni appena abbozzati, e mentre l'urlo delle sirene si allontanavano in una folle corsa verso un'inutile speranza, gli occhi di Giorgio Rosi, Andrea Margherita e degli altri persero per sempre quella luce che ti guida oltre il tunnel.


carmen moro

6 16 7

1 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di carmen moro

Le sue ultime pubblicazioni:

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Storia toccante perché cruda e reale. A mio avviso il viaggio può esser tale anche se breve, come quello di Antonella, Sara e Luca. Per gli altri, lungo il margine del loro cammino, improvvisi cipressi getteranno spesso ombra sul selciato.
    A mio avviso, alcuni periodi sono eccessivamente lunghi, Qualche punto avrebbe dato l'opportunità di una pausa respiro per meglio masticare e deglutire quanto appena letto prima di passare oltre. Sempre a mio parere, hai indubbiamente la capacità di meglio articolare alcuni punti che sembrano scritti in fretta. Nel contesto, mi piace.

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Abbiamo abbastanza religioni per odiare il prossimo, ma non per amarlo. (Jonathan Swift)
Abbiamo abbastanza religioni per odiare il prossimo, ma non per amarlo. (Jonathan Swift)
  • Utenti Online: 1
  • Utenti Offline: 49
  • Ospiti: 790
51 Utenti 497 Articoli 515770 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop