Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto e la sicurezza nella navigazione.
( Normativa europea - Decreto legislativo 69/2012 e 70/2012,  provvedimento del garante privacy  8/4/2014, gazzetta ufficiale 126 3/6/2014,  obbligo di legge dal 3/6/2015) .

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.nuovapoesia.com (“Sito”) gestito e operato da Cristiano Sias, via G.Mazzini 48, 15060 Vignole Borbera (AL), C.F. SSICST54P05E004Z (“Cristiano  Sias").

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:
I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:
I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre il Sito utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Il Sito non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; il Sito a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy del Sito si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:
I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

Cookies essenziali:
Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:
Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:
Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di CookiePrima parte Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàRecuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
DurataCookie persistente
  
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàMemorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
  
3) Tipologia di CookiePrima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàPersonalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)


Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permette di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.

E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto dal Sito stesso.

nuovapoesia.com

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Scritto da ester. Pubblicato in Prosa il 10 Giu 2016.
Hot 739 visualizzazioni 0 piaciuti

 

      Da qualche giorno le mie foglie risentivano della scarsità di acqua e accolsi quindi con infinita gratitudine il flusso liquido che usciva dal collo verde della bottiglia inondandomi fino alle radici.

 

Dopo avermi sistemata su questo tavolino, accanto alla finestra, alcuni giorni fa, questa era la prima volta che tornava per accudirmi. Non ho molte esigenze, ma non posso vivere senza acqua e già temevo il peggio.

Dunque non era del tutto smemorato. Lo avevo giudicato male. Non sono in grado di indovinare il carattere di un umano, avevo capito solo, dal suo passo incerto e dai suoi gesti lenti, che doveva essere parecchio avanti con gli anni.

Aveva portato l’acqua proprio misurata e l’aveva versata lentamente, facendo attenzione a non spandere fuori del vaso.

 

“Luisa, guarda, le rose stanno rifiorendo. La potatura ha dato i suoi effetti!” esclamò all’improvviso, indicando con l’indice destro, distorto dai reumi, le rose in fondo al giardino, ma non compresi a chi si stesse rivolgendo. Per quel poco che potevo vedere io, non c’era nessun altro nella stanza.

“Sono le tue preferite, si apriranno tutte insieme e potremo godercele per qualche giorno, dobbiamo solo pazientare ancora un poco.”

Poi di nuovo, come stesse ragionando fra sé:

 “Ti ricordi che fioritura stupenda lo scorso maggio?” ma la voce ora si era fatta più dimessa: “Che vuoi pretendere, siamo a novembre: quel che arriva è già un miracolo.”

Accostò alla finestra una vecchia poltrona logora e sbiadita e vi si accomodò col giornale fra le mani; cominciò a leggere i titoli, a voce relativamente alta. Ma la stanchezza prese presto il sopravvento e si appisolò, prima che potessi capire a chi fossero dirette le sue parole.

Al risveglio, si alzò a fatica e si allontanò, assorto nei suoi pensieri, non prima di aver espresso qualche affettuosa parola di commiato alla sua misteriosa interlocutrice.

 

Ogni volta che tornava ad innaffiarmi, si ripeteva la stessa scena: versava l’acqua con cura, accompagnando i gesti con parole affettuose di saluto e con considerazioni per me oscure su eventi passati. Forse nostalgie di altre stagioni, ma anche consapevolezza del presente e serena accettazione della situazione:

“Luisa cara, è già tanto che possiamo ancora godere insieme il nostro giardino, senza farci mancare il necessario e qualche piccolo sfizio ogni tanto, senza rimorsi sulla coscienza. I ragazzi hanno i loro impegni, non dobbiamo chiedere nulla a loro, finché ce la facciamo. Vedi come stai bene ora? Mi sembri rinata: è bastato un po’ di sole e il tuo giardino!”

 

Non riuscivo assolutamente a comprendere il senso di quei discorsi, ma in fondo a me interessava l’acqua e quella era assicurata. Il terriccio del vaso era ben concimato e stimolava la mia crescita. Però cominciai a chiedermi fino a quando sarebbe bastato a nutrirmi.

Il mio benefattore forse non era a conoscenza dei miscugli chimici necessari per reintegrare di preziosi elementi la terra e, una volta esauriti, per me sarebbe stata la fine. Ma anche questa volta sottovalutai la sua perspicacia.

“Sai, quel Nino, quello che mi indicasti tu, è proprio una brava persona e se ne intende anche di piante. Avevi ragione, non è stato necessario chiedere aiuto ad altri: due paroline a lui e ha sistemato tutto per bene, come tu volevi. I ragazzi non sanno nulla, non avrebbero capito.

Mi ha anche spiegato come regolarmi per mantenere verdi le foglie e stimolarne la crescita: mi ha portato del concime adatto; devo solo dosarlo e aggiungerlo ogni quindici giorni all’acqua delle innaffiature. Non mi sono mai dimenticato di farlo. Vedi che ci sto ancora con la testa? E tu che avevi paura che facessi pasticci.”

Respirai profondamente da ogni più piccola foglia: ero salva! Ma ancora non capivo.

 

Fu quando, nel suo chiacchiericcio lento e sommesso, disse qualcosa a proposito di un viaggio, che accadde una cosa inspiegabile: improvvisamente le sue parole mi suscitarono una visione, un luogo diverso da questo, un’enorme massa di acqua scura in movimento, troppo vicina alle mie foglie e sole cocente. Allora percepii anche un odore forte e acuto, che sicuramente non arrivava dall’acqua delle innaffiature. Fu un attimo, ma bastò a sconvolgermi. Mi sentii posseduta da qualcosa di estraneo, perché quella visione non mi apparteneva. E come avrebbe potuto? Non ero mai stata altrove, se non nel vivaio e dietro questa finestra. Lui parlò di m… mare, sì, credo fosse mare, onde, villeggiatura… luoghi che non conoscevo, ma che ormai sono presenti nella mia mente, come se li avessi visti io stessa.

Cominciai a preoccuparmi. Le strane visioni continuarono a ogni suo racconto e nessuna mi apparteneva. Entravano in me ascoltando la sua voce e assorbendo, attraverso le radici, l’acqua che mi donava. E non solo.

Mi pareva che il mio benefattore si stesse affezionando a me, tanto da guardarmi con occhi diversi e quando, durante uno dei suoi strani dialoghi con l’invisibile Luisa, cominciò anche a sfiorare con le dita le mie foglie, ebbi improvvisamente un fremito, piacevole, come se mi stesse trasmettendo il suo calore.

Sapevo che molte persone amano parlare con le piante e le curano amorevolmente, ma non avrei mai sospettato che anche noi vegetali potessimo percepire quel loro affetto in modo tanto forte.

 

“Mi sono accorto, sai, che quando ti parlo di noi, dei nostri ricordi, tu mi ascolti e mi comprendi. Se me lo avessero detto, non ci avrei mai creduto, ma ora so.

Per fortuna ti ho dato ascolto ed ho seguito alla lettera le tue ultime volontà, anche se quasi mi pareva di disonorare i tuoi resti terreni. Ma ho lasciato fare come tu avevi predisposto. Ho dato a Nino carta bianca e lui ha seguito le tue precise disposizioni.

Luisa, amore mio, compagna di un’intera vita, ora ho capito. Tu sapevi. Sapevi che saresti tornata a me attraverso la linfa che scorre nelle vene di questa umile pianta: ci hai sempre creduto.

Le tue ceneri che io, per obbedire al tuo desiderio e con tanta devozione, ho lasciato mescolare alla terra di questo vaso, sono entrate in lei e tu stessa ora rivivi in questa pianta e ascolti le mie parole.

Ora ti vedo sorridere, so che sei finalmente serena, perché tu hai voluto questo, perché potessimo ancora restare l’uno accanto all’altra, finché anch’io… non so neppure come e dove, ma sicuramente ti raggiungerò.

Aspettami Luisa, vedrai che non tarderò.

Buonanotte, tesoro.”

 [09/12/2009]   

 

..........................................

Testo composto per un gioco narrativo con il seguente incipit: “Da qualche giorno le mie foglie risentivano della scarsità di acqua e accolsi quindi con infinita gratitudine il flusso liquido che usciva dal collo verde della bottiglia inondandomi fino alle radici...”

 

 


ester

Autore: ester

39 857 42

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
0 Non mi piace0
1 1 1 1 1

Guarda tutti gli scritti di ester

Le sue ultime pubblicazioni:

Vota questa pubblicazione

05

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Molti di noi, vivono in simbiosi con i vegetali e la cura che ne hanno supera quelle piccole attenzioni dedicate ai fiori. Io vivo in campagna ed ogni pianta che mi cresce intorno fa parte della mia vita, le curo, le vezzeggio, le seguo nella crescita. Un giorno anche la mia vita finirà e le mie ceneri riposeranno sulle loro radici.

  • In risposta a: Luigi Simonetti

    Mi accorgo solo ora di non averti nemmeno ringraziato. Io sono come te: le piante per me sono amiche sincere e le conosco una ad una (le mie sono poche!). Anche a me piacerebbe un giorno riposare e continuare a vivere della vita delle loro radici...

  • Se non ne avessi letto sul tuo profilo l'avrei perduta. Bellissima e originale, impensabile punto di osservazione e inimmaginabile chiusa! Mi è piaciuta assai! Brava, bravissima!

  • In risposta a: Carmen Cantatore

    Grazie Carmen, non è mia abitudine farmi pubblicità ma oggi su Fb qualcuno mi ha stuzzicata... credo tu abbia trovato lì questo link.
    Mi sono divertita a scrivere questo raccontino perché ho immaginato di vedere i miei suoceri in quella situazione. Lei bravissima a organizzare quello che le interessava, coinvolgendo le sue conoscenze di un tempo.
    Lui si faceva facilmente sorprendere ed aveva un'adorazione per la moglie. Me li sono immaginati così, anche se nella realtà anche gli affetti si annebbiano per colpa dell'accorciarsi della memoria...

  • Infatti Ester, mi riconosco in quello che scrivi nel commento qui sopra. Nemmeno a me piace "pubblicizzarmi"...
    La mia editor dice che sbaglio, mah! In effetti ha ragione.
    Mi piace scrivere, punto.
    Ma alle volte mi stanco, mi abbatto, mi turba vedere quanti, in questo mondo virtuale, si atteggiano a "scrittori" come se fossero novelli Manzoni. Allora rammento Carducci "... né io son per anche un manzoniano / che tiri quatto paghe per il lesso" con la differenza che tutto è talmente scaduto...
    La gente non legge più e i motivi sono molti ma principalmente perché non c'è tempo, non c'è qualità...
    Qui ho trovato la leggerezza della condivisione, l'umiltà della passione, la gentilezza del commentare educatamente e sinceramente. In rete troppi pretendono i soliti complimenti sperticati e se non glieli invii si offendono.
    Ci sto bene qui, mi sento libera di scrivere, libera di commentare, libera di leggere (ho sempre troppo poco tempo), libera. Punto. Grazie, ho letto con piacere e sorpresa il tuo racconto, buona serata Ester.
    P.s. Si sono un po' triste oggi...

Mercoledì, 26 Giugno 2019 14:07
Mercoledì, 26 Giugno 2019
Qualcosa non ti piace? Scrivilo sul Forum! (Wozlee)

  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 55
  • Ospiti: 259
57 Utenti 464 Articoli 29 Web Links 356440 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop