Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

nuovapoesia.com

4.55

4.5 1 1 1 1 1 Gradimento medio 4.50 (Voti 2)
Scritto da Giuliano. Pubblicato in Poesie il 06 Mag 2016.
Hot 952 visualizzazioni 1 preferiti

IO SONO IL PIANTO

jpg


“Io sono il pianto
di lacrime vestito,
nella notte fatta
di spaventose tenebre
ovunque mi aggiro,
e dono refrigerio
ai cuori riarsi di sete.

Velo lo sguardo umano,
dall'anima stanca e debole
sgorgo libero,
mentre solo io
posso parlare a quel cuore
che pesante nel petto batte.

Io sono il pianto,
amico sono dell'uomo,
ma l'Uomo mai ha saputo
riconoscermi tale
e mi ha reso compagno del dolore,
ma spesso amico sono della gioia
e della letizia sono fratello,
mentre con l'umanità sofferente
invoco il Dio pietoso”.


L.L.


Giuliano

13 326 15

3 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Giuliano

Le sue ultime pubblicazioni:

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Insolito soggetto, ben tratteggiato in questa tua. Espressione naturalissima della nostra anima, che tanti condizionamenti hanno reso segno di debolezza e costretto l'uomo (inteso come maschio) a nascondere, accettato solo dalle donne, pare deputate ad aver le lacrime in tasca! Invece, come giustamente hai sottolineato, spesso è espressione di gioia incontenibile, naturale manifestazione liberatoria di sentimenti profondi. Quanto diventa dolce a volte e quanto è logico e naturale anche nell'uomo, richiesta d'aiuto immediatamente compresa da chi ama!

    Complimenti!

  • 31100 Treviso, Province of Treviso, Italy

    Cara Ester, scusa la confidenza stiamo appena iniziando a colloquiare...
    ho voluto far parlare il pianto, proprio perchè quando si parla di lui sembra che sia solo per dolori e dispiaceri, ma è anche molto altro... se poi andiamo a vedere la sua mera funzione fisiologica, serve pure per pulire l'occhio...
    A me è capitato di piangere con vari sentimenti, ho anche riso fino alle lacrime, mi sono commosso alla nascita dei miei figli e del mio nipotino, ho pianto il giorno del matrimonio di mia figlia e anche quando l'ho strappata a quell'uomo (se si può definire uomo) che la maltrattava... posso dire che dopo quei pianti mi sono sentito bene, nonostante tutto.
    Sono salate, amare, gioiose... ma lavano non solo gli occhi e non bisogna vergognarsi ...
    Grazie del tuo intervento
    Un Saluto.

  • Le lacrime sincere e spontanea sia che si esprimano nella gioia che nel dolore denunciano un animo nobile e compassionevole ed è forse l'immagine più sublimata per me essere presente mentre un uomo piange, proprio perchè come scrive giustamente Ester, per l'uomo è stato imposto da una metodica sociale l'estraniazione da determinato comportamento considerato una mancanza di carattere e quindi di debolezza. Piangere credo sia l'atto di liberazione psico-fisico più completo e di una bellezza incomparabile pari al suo opposto. Ciao L.L. ben ritrovato

  • 31100 Treviso TV, Italy

    Sono i nostri sentimenti che si esprimono e bisogna lasciarli fluire come ogni nostro altro sentimento se soffocato ci lascia incompleti, inappagati e alle volte sofferenti...
    Grazie Daniela e ben ritrovata anche a te
    un salutone

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



A parte l’uomo, tutti gli animali sanno che lo scopo principale della vita è godersela. (Samuel Butler)
A parte l’uomo, tutti gli animali sanno che lo scopo principale della vita è godersela. (Samuel Butler)
  • Utenti Online: 1
  • Utenti Offline: 49
  • Ospiti: 213
51 Utenti 496 Articoli 513586 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop