nuovapoesia.com Scrittori e Poeti del Web

nuovapoesia.com

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 0.00(Voti 0)
Scritto da michela. Pubblicato in Poesie il 22 Ott 2022.
Hot 1337 visualizzazioni 0 preferiti

Lo sconosciuto viandante

volge gli occhi al cielo che non sente più suo,

arriccia la bocca e mastica assenze.

 

Là dove finisce il silenzio

non è ancora giorno,

non è neanche notte.

 

Il  cielo di montagna

si tinge di viola e di rabbia,

metabolizza strani vapori;

 

è  solo un sogno

oppure è l’inganno  della pioggia

che imbriglia strane parole?

 

Un milione di rughe affondano

le dita nella carne e rubano  sogni

che crollano  a gambe piegate.

 

Il fiato corto, teso fino allo spasimo

lava vertigini sull’orologio

che  inizia il conto alla rovescia.

 

L’aria si gonfia e turbina

tra gli alberi il canto umido

delle foglie in ombra.


michela

73 605 77

  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Guarda tutti gli scritti di michela

Le sue ultime pubblicazioni:

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Libertà va cercando, ch'è si cara come sa chi per lei vita rifiuta. (Dante)
Libertà va cercando, ch'è si cara come sa chi per lei vita rifiuta. (Dante)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 54
  • Ospiti: 494
58 Utenti 743 Articoli 1935321 Visite agli articoli 20 Web Links

Grazie da Nuovapoesia

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   Timeline