nuovapoesia.com


La libreria più grande del mondo!


La libreria più grande del mondo!

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 5.00(Voti 1)
Scritto da Daniela. Pubblicato in Poesie il 23 Lug 2022.
151 visualizzazioni 0 preferiti

Ho quell'idea di viaggio

sopra una ruota panoramica,

quando si sale e si scongiura

solo di non sentirsi male,

di non provare paure ingovernabili,

come quella del vuoto,

l'idea di precipitare,

il fatalismo che ci è proprio.

Come se sopra quelle ruote fossi salita

ho pensato fortemente di non far altro

che godermi il viaggio e guardare il panorama,

di perdermi in esso e assaporare l'aria rarefatta

dell'altezza smisurata, di vivere l'emozione

ascoltando il cuore che pare salire in gola,

il freddo sulle tempie, il sorriso spasmodico

della contrattura muscolare d'ansia e stupore,

ma non credo d'esserci riuscita.

Ho preso questa pausa estiva

per annullarmi sotto il caldo afoso

che non mi è fratello, spero di ritrovarmi

con il cambio naturale e ciclico delle stagioni.

La ruota gira e non c'è modo di fermarla

soprattutto quando

la meraviglia coglie di sorpresa

quando il tutto è sotto di noi

nella prospettiva di sentirsi padroni del mondo.

Viaggio in un tempo

che ancora non mi appartiene totalmente

da osservatrice quale sono lascio scorrere

e qualche volta provo quel sonno

che disapprova la realtà

perchè i pochi sogni che ancora stringo

hanno stazioni altrove.

E' l'ora dell'abbraccio,

abbracciate chi vi è accanto,

oppure abbracciate il vostro cuscino,

abbracciate una sensazione, un sospiro,

quella nuvola passeggera che vi trasporterà

dove più agognate, ma non lasciate

che vi tolgano la voglia di abbracciare,

tutto va e tutto torna,

come stare sopra i raggi di un sole di ferro

che vi trasporta in cima alla caduta libera.

Daniela Sulas


Daniela

20 145 22

2 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Daniela

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Un Grande finale, quell'abbraccio, su una ruota che è la vita stessa, un sole di ferro appunto. Non commento mai troppo quello che bevo in un solo sorso, in cui la lunghezza diventa piacere prolungato. Grazie Dani.

  • “Quell’idea di un viaggio….”, sulla ruota della vita scongiurando di “…non sentirsi male….” , e, “con il freddo sulle tempie” rendersi conto che tutto avviene senza alcuna libertà di scelta. A volte la mente si ferma e ci si abbandona a”….. vivere l'emozione ascoltando il cuore che pare salire in gola…..” fino al punto di “….sentirsi padroni del mondo….” e si vorrebbe fermarla quella ruota ma come scrisse lo scrittore Jack London : “Riparate la ruota del mondo! Perché deve continuare a girare? Dove si trova la retromarcia?” , non esiste l’opzione “retromarcia”, e ci si ritrova, malgrado noi, proiettati sempre più avanti in quel “…..sonno che disapprova la realtà…..”.
    L’autrice , “…..stringe i sogni….” li custodisce in un forziere interiore che ha “….stazioni altrove”. Nessuna chiave può forzare quella serratura non c’è sosta in quella “….stazione…”.
    “E ora che ne sarà del mio viaggio? (Prima del viaggio – Eugenio Motale)”. Anche l’autrice, s’interroga sul percorso da intraprendere , cosa ne farà de suo viaggio? Trova la strada nel suo viaggio poetico e lo fa con stile, anche nelle giornate più buie, in “…..un sole di ferro
    che vi trasporta in cima alla caduta libera”, ed evidenziando l’intrinseca fragilità dell’essere umano, esordisce: “….abbracciatevi ….”; “…. abbracciate una sensazione, un sospiro, quella nuvola passeggera che vi trasporterà dove più agognate, non lasciate che vi tolgano la voglia di abbracciare, tutto va e tutto torna….”, una rinnovata energia sulla ruota della vita che non si ferma.
    Complimenti all’autrice, è stata una bella passeggiata leggere i tuoi versi .

    Ultima modifica commento 1 settimana fa da michela
  • Condivido i commenti precedenti, questa poesia è solo da accompagnare su quella gran ruota e nell'abbraccio, in silenzio. quasi in estasi sospesa.
    Benritrovata Daniela

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



È più divertente essere un pirata che arruolarsi in marina.(S.Jobs)
È più divertente essere un pirata che arruolarsi in marina.(S.Jobs)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 53
  • Ospiti: 138
57 Utenti 611 Articoli 917041 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   

Cambia l'aspetto chiaro/scuro