nuovapoesia.com Scrittori e Poeti del Web

nuovapoesia.com

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 5.00(Voti 1)
Scritto da daniela moreschini. Pubblicato in Poesie il 11 Giu 2022.
Hot 1767 visualizzazioni 0 preferiti
Era d’estate
quanno me rubasti er primo bacio
sotto que l’arbero gigante
sopra a lo Zodiaco.

Ero giovine e fraggile,
ma le braccia tue sicure
me facero sentì granne.

Co’ te vicino
sò diventata donna,
moje, madre e nonna.

Cinquant'’anni sò passati
da quanno sentii quer bacio.

Ne l’anni nun m’è mai mancata
la mano tua sicura,
che m’ha protetta e accarezzata ogn'ora
e l’amore nostro nun s’è mai piegato
sotto a li temporali
che la vita ciaveva preparato.

Sarà stato forze merito
de quer primo momento maggico,
de quer zole comprice de giugno
se è stata sempre estate ne l’amore nostro.

E mò che m’hai lassato sola,
risento su le labbra
er sapore dorce
de quer nostro primo bacio.

(11 Giugno 1972)

daniela moreschini

12 105 14

  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Guarda tutti gli scritti di daniela moreschini

Le sue ultime pubblicazioni:

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Se il proprio treno è in ritardo, la coincidenza partirà in perfetto orario.(A.Bloch, La legge di Murphy)
Se il proprio treno è in ritardo, la coincidenza partirà in perfetto orario.(A.Bloch, La legge di Murphy)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 54
  • Ospiti: 496
58 Utenti 744 Articoli 2033889 Visite agli articoli 20 Web Links

Grazie da Nuovapoesia

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   Timeline