nuovapoesia.com


La libreria più grande del mondo!


La libreria più grande del mondo!

1 1 1 1 1
Scritto da Cristiano Sias. Pubblicato in Poesie il 02 Giu 2022.
119 visualizzazioni 0 preferiti

 

Chi sono? Sono melodia.

Mi hanno denudata, tatuata
marchiata con immagini vivaci
spettinata, frustata e ricostruita
con le acconciature più ricercate
e non c'erano seguaci né vita
inverno primavera o estate
solo un lungo autunno senza sonno
e invisibili a dire mi piace
bella, bravo, manina e poi pace
tornavo nel nulla secondario
vittima inconsapevole
dell'altrui calvario.

Chi sono? Sono utopia.

Sono dovuta fuggire, spaventata
travestita di sentimenti audaci
resuscitata, medicata e ricostruita
con creme semplici e meno cercate
senza rapaci a dire ch'è finita
cantando ma voi dove state
dopo questo autunno senza sonno
persi fra zombi a dire mi piace
e i versi spenti di chi giace
fiera del mio universo planetario
regina consapevole
dell'altrui sipario.

Chi sono? Sono la Poesia.


Cristiano Sias

54 669 59

3 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Cristiano Sias

Le sue ultime pubblicazioni:

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Anche la poesia è stata portata alla mercé dei social. Non credo sia stata una scelta dettata da cattive intenzioni, si cercava solo di replicare trascorsi splendori. Non ho messo impegno a comprendere se sia stata per alcuni un passaggio d'interesse avido fine a sé stesso oppure di coraggio pur di dar voce ad un progetto di divulgazione poetica. Dipende dall'offerta ma anche dal fruitore. C'è chi con la poesia è riuscito a coinvolgere bene attraverso un assiduo lavoro di presenza e progetti e chi è rimasto un assolo nel deserto dell'indifferenza. Personalmente sono molto condizionata da una serie di motivazioni che in altri lidi non mi sento libera di esprimermi. Il fatto è che la Poesia prende molte strade e circola, respira e gode di buona salute. È utopia quando è incompresa ed imprigionata. Sono la prima a fare mea culpa

  • Anche solo pensare di farla tacere è utopia! Nasce per urgenza. Ogni penna la veste in modo diverso, ma non può spegnerla. A volte è in sovrappeso, colpa dell'abito... altri le troveranno leggiadro velo... o un costume minimo, ma quando è il momento deve nascere!

  • Grazie amiche della vostra presenza. Al di là del commento lieto anche di rivedere Ester qui. Spero che le cose ti vadano meglio carissima.

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



L'Italia è una Repubblica affondata sul lavoro. (C.Sias)
L'Italia è una Repubblica affondata sul lavoro. (C.Sias)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 53
  • Ospiti: 327
55 Utenti 546 Articoli 852713 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   

Cambia l'aspetto chiaro/scuro