Liquefanno minute gocciole
da cristalli di ghiaccio serbati dal freddo
che tornano al suolo pregnante.
Salgono dall'utero
in grammatiche sonore
parole sature d'emozioni.
E s'intersecano rivoli e fotogrammi
che di meandri e sinapsi
sommergono senza rumore.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
1 Non mi piace0