Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

Ogni acquisto aiuta Nuovapoesia

Ogni acquisto fatto tramite questo banner aiuta Nuovapoesia

5 1 1 1 1 1 Gradimento medio 5.00 (Voti 1)
Scritto da Gisella Ruzzu. Pubblicato in Poesie il 07 Dic 2019.
Hot 634 visualizzazioni 0 preferiti

Lascio sfumare i ricordi di me.
Non li ravvivo tornando sui passi
che feci. Lascio che resti di mio
quello che fui per gli sguardi e gli orecchi.
Nelle memorie velate (chissà?)
apparirò pure bella, raccolta
in misteriosi silenzi, in disparte.
Soggiorno in stanze segrete, indossando
vesti vissute, cucitemi addosso
dal tempo, che mi vergogno a mostrare.
Chi mi conobbe mi tenga racchiusa
e mi conservi com'ero una volta
in ovattati recessi segreti.


Gisella Ruzzu

17 96 19

0 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Gisella Ruzzu

Le sue ultime pubblicazioni:

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato
FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Non esiste notte tanto lunga che impedisca al sole di risorgere. (J.Morrison)
Non esiste notte tanto lunga che impedisca al sole di risorgere. (J.Morrison)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 51
  • Ospiti: 3,109
54 Utenti 510 Articoli 671687 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop