Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Nuvole arse ruotano il cielo

e dentro la volta s'attarda,

guardinga, l'eterea falce

in quarti perduti e trovati.

Le mille stille sull'acqua

che rompono e trillano,

in mosaici di luce e d'ombra

tremolando t'irridono.

Dell'ingenua si beffano,

attrici burlesque,

in corolle fiorite, appassite,

che nel farsi e disfarsi

adombrano o svelano

di stella l'immoto riflesso.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
1 Non mi piace0
1 1 1 1 1