Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

E ora che più non ci sei

che ieri sei andata via senza un bacio

 

dimmi che devo farne della mia vita?

 

Se avrò forza verrò a deporre

 

un fiore sulla tua tomba

 

piangendo ti parlerò ancora

 

mi dirai senza voce e poi?

 

Seguirti e unirmi a te quanto prima

 

è il solo fine che ora mi resta

 

ma come e dove ritrovarti

 

se nell’aldilà non ho mai creduto

 

e non ho neanche il diritto di morire

 

per abbreviare l’attesa di raggiungerti?

 

Nel nulla e nel vuoto imperanti

 

come dove e quando ritrovarti!

 

Se da qualche parte tu dimorassi

 

mi basterebbe pur un vago indizio:

 

un fischio, un riverbero nel buio assoluto

 

l’eco del fruscio della tua anima

 

che solinga vaga nel camposanto

 

tra croci o fuochi fatui

 

sarebbe sufficiente per rinvenirti!

 

Come vorrei crederci estinta amata

 

come vorrei che tanto si avverasse:

 

starebbe in piedi l’estrema speranza

 

abbandonerei la certezza crudele

 

da tanto in me insinuatasi e cresciuta

 

che si nasce per morire e poi svanire.

 

Ah venisse un giorno prossimo un vento

 

generoso a portare la mia polvere

li dove oggi già la tua l’ha preceduta.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
0 Non mi piace0
1 1 1 1 1