Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

nuovapoesia.com

1 1 1 1 1
Scritto da Angelo Michele Cozza. Pubblicato in Poesie il 11 Set 2018.
Hot 647 visualizzazioni 0 preferiti

Trottano o vanno al passo

 

Trottano o vanno al passo

tra bigie plaghe celesti

nubi maculate e orlate

con bioccoli sfrangiati

già pronte a scaricare

folgori tuoni e diluvi.

Abbattute sete e arsure estive

sbuffi pregni di brume

da zolle e botri s'alzano

al sorgere e calar di luci,

al mugolare di ridesti venti

stormiscono canne barbute

chiome pallide e ramate;

poggioli e finestre si rinchiudono

all'avanzar di inumiditi giorni;

di fiamme e dardi stanco

riposa l'intiepidito sole.

Transumanze. Remigar di stormi

vagar di fucili ad armacollo

lesti a impallinare suidi e alati.

Da ramo al suolo, nei viali

nei boschi e nei giardini,

cadono fronde rogge e brune;

mosti munge il torchio

brulicano su vinacce moscerini;

grembiuli e zaini si affoltano

e si adunano dopo estivi riposi

spauracchi su campi arati vegliano.

 

Autunno, come puntuale ritorni!

Più senile oggi ti incontro

e la tua evolvente percorro

fra arrivi di caligini e scrosci

i tuoi coristi mesto ascolto!

 

Primavera dell'inverno

anche tu hai i tuoi frutti:

castagne noci bacche e funghi;

anche tu hai i tuoi fiori:

crisantemi eriche dalie e zinne.

 

Oh avvento di declini di luce

mistica litania di funeree elegie

epidemia di paniche malinconie

accumuli di verdiccio per il pattume

agonico proscenio di ingiallimenti!

 

E tra queste foglie accartocciate

che solinghe pendono dai rami

c'è quella della mia brulla vita

che ancor non si stacca e attende

l'estrema e peggiore delle stagioni!

 


Angelo Michele Cozza

Autore: Angelo Michele Cozza

7 18 8

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
0 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Angelo Michele Cozza

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato
Qualcuno sulla pagina del mare traccia un segno di vita, figge un punto. Raramente qualche gabbiano appare. (M.Luzi)
Qualcuno sulla pagina del mare traccia un segno di vita, figge un punto. Raramente qualche gabbiano appare. (M.Luzi)
ester - ha risposto al commento n. 727 di La Notte
  • Utenti Online: 2
  • Utenti Offline: 48
  • Ospiti: 366
50 Utenti 492 Articoli 495327 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop