La libreria più grande del mondo!


La libreria più grande del mondo!

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 5.00(Voti 1)
Scritto da Massimo Pacelli. Pubblicato in Poesie il 15 Ago 2018.
Hot 1243 visualizzazioni 0 preferiti

 

 

fa che si consumi piano piano,

come la notte degli innamorati

- il tempo non sta fermo sul guanciale,

sul fresco del suo lino,

ma sulla curva morbida del seno-.

Piano dunque, piano. S’asciughi

la forma carissima del pianto.

Per te.

Che sei così, tra le mie braccia: iddìa.

Pervinca eterna

del mio stanchissimo sovrano. In petto.

Veloci passino, d’artici cieli, nubi:

i volti. Di rinunciate prospettive.

E così, dalla tempesta in mare, incitrullita,

la nave mia nel giusto porto. Finalmente.

Atterri


Massimo Pacelli

6 63 7

1 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Massimo Pacelli

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato
FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele. (A.Magnani)
Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele. (A.Magnani)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 52
  • Ospiti: 185
56 Utenti 579 Articoli 871260 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   

Cambia l'aspetto chiaro/scuro