Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

Ogni acquisto aiuta Nuovapoesia

Ogni acquisto fatto tramite questo banner aiuta Nuovapoesia

5 1 1 1 1 1 Gradimento medio 5.00 (Voti 1)
Scritto da Massimo Pacelli. Pubblicato in Poesie il 15 Ago 2018.
Hot 770 visualizzazioni 0 preferiti

 

 

fa che si consumi piano piano,

come la notte degli innamorati

- il tempo non sta fermo sul guanciale,

sul fresco del suo lino,

ma sulla curva morbida del seno-.

Piano dunque, piano. S’asciughi

la forma carissima del pianto.

Per te.

Che sei così, tra le mie braccia: iddìa.

Pervinca eterna

del mio stanchissimo sovrano. In petto.

Veloci passino, d’artici cieli, nubi:

i volti. Di rinunciate prospettive.

E così, dalla tempesta in mare, incitrullita,

la nave mia nel giusto porto. Finalmente.

Atterri


Massimo Pacelli

6 63 7

1 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Massimo Pacelli

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato
FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



L'Italia è una Repubblica affondata sul lavoro. (C.Sias)
L'Italia è una Repubblica affondata sul lavoro. (C.Sias)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 51
  • Ospiti: 729
54 Utenti 506 Articoli 600084 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop