Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

Ogni acquisto aiuta Nuovapoesia

Ogni acquisto fatto tramite questo banner aiuta Nuovapoesia

4.55

4.5 1 1 1 1 1 Gradimento medio 4.50 (Voti 2)
Scritto da Carmen Cantatore. Pubblicato in Poesie il 13 Lug 2018.
Hot 721 visualizzazioni 0 preferiti

Si accende la notte 
sugli occhi chiusi del giorno
e dilaga le sue oscurità sui mali e sui dolori.
S'agitano i venti delle stelle 
che stupite piegano lo sguardo sulle ombre.
S'alza un grido ripugnante
e rimane appeso tra le coltri del pensiero.
Disordine e confusione questo vivere.
Nel mezzo del deserto lascerò le mie lacrime
là dove tu non le troverai, 'ché appena versate 
già saranno evaporate.
No, non chiederò pietà, nessuna elemosina.
La mia ricchezza già sovrasta,
La mia abbondanza basta a sé.
Colma sono di tesori siderali
che qui non hanno residenza.
Così andrò!


Carmen Cantatore

79 600 80

2 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Carmen Cantatore

Le sue ultime pubblicazioni:

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato
FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



A casa sua ognuno è Re. (Proverbio italiano)
A casa sua ognuno è Re. (Proverbio italiano)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 51
  • Ospiti: 1,886
54 Utenti 504 Articoli 564181 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop