Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

Ogni acquisto aiuta Nuovapoesia

Ogni acquisto fatto tramite questo banner aiuta Nuovapoesia

1 1 1 1 1
Scritto da Cristiano Sias. Pubblicato in Poesie il 16 Giu 2018.
Hot 2664 visualizzazioni 0 preferiti

Parevano ombre
ma i corpi erano trasparenti,
si mossero d’improvviso
girandosi verso di loro
con uno sguardo di sfida,
s’incamminarono con passi leggeri
ed ogni passo curiosamente
rimbombava,
poi le nebbie le avvolsero
rimasero come luci fioche
bianche come fanalini rotti
stranamente non scomparivano
e quando al primo battito di ciglia
non le vidi più
mi restò impresso
come stìmate nelle pupille
il ricordo.

 

https://www.facebook.com/cristiano.sias1/posts/10204354154450238


Cristiano Sias

50 571 54

2 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Cristiano Sias

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce. (D.Parolin)
Fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce. (D.Parolin)
  • Nessun messaggio da mostrare.
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 52
  • Ospiti: 605
53 Utenti 513 Articoli 742332 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop