nuovapoesia.com Scrittori e Poeti del Web

nuovapoesia.com

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 0.00(Voti 0)
Scritto da Carmen Cantatore. Pubblicato in Poesie il 03 Giu 2018.
Hot 2739 visualizzazioni 0 preferiti

E sono madre e terra, 
custode del tuo seme, 
mare ove dilagano i tuoi orgasmi.
Muovo lungo sentieri oscuri, 
trattengo la tua mano 
acchè tu non abbia a perdere la meta.
Ignota questa rotta in mari tempestosi,
io al timone tu, sempre, all'albero maestro.
Hai cazzato la randa 
e lo scafo scivola veloce, 
sibilando e fendendo le onde.
V'è un porto in fondo a questa corsa,
là giaceranno le nostre vite
e nuvole di ricordi 
come stormi di fenicotteri al passo
saranno i pensieri del nostro domani.


Carmen Cantatore

95 844 97

  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Guarda tutti gli scritti di Carmen Cantatore

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Non permettere alle tue ferite di trasformarti in qualcuno che non sei. (P.Coelho)
Non permettere alle tue ferite di trasformarti in qualcuno che non sei. (P.Coelho)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 54
  • Ospiti: 276
58 Utenti 743 Articoli 1942399 Visite agli articoli 20 Web Links

Grazie da Nuovapoesia

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   Timeline