nuovapoesia.com Scrittori e Poeti del Web

nuovapoesia.com

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 0.00(Voti 0)
Scritto da Cristiano Sias. Pubblicato in Poesie il 30 Apr 2018.
Hot 4207 visualizzazioni 0 preferiti

 

 LORAK

 

 Nel bosco dell’instabilità

 le foglie sono schiaffi di morti

 sulla faccia coperta di brina.

 

 Certi alberi si spezzano le braccia

 invitandoti verso la cima.

 Mentre l’insolente lima di ghiaccio

 taglia catene d’aria, ogni suono

 è una spina e tutti ripensano

 a domani mattina e tutti dicono

 - io non ce la faccio! -

 e tutti

 

 GRIDANO

 

 che ti devi rampicare piano

 stringendo i coltelli conficcati al contrario

 contando i centimetri come un rosario

 perché se niente è più come prima

 il dolore cresce come un fischio

 spingendoti a guardare lontano.

 Il sangue gocciola sul muschio della fede

 nelle schiene che se ne stanno andando.

 

 Fino a quando ti lasci planare

 fra le carezze dei baci di sole

 alla densa calma delle nostre pene.

 


 


Cristiano Sias

73 1056 79

  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Guarda tutti gli scritti di Cristiano Sias

Le sue ultime pubblicazioni:

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Che cos'è il tempo? Se non me lo chiedi lo so, se me lo chiedi, non so rispondere. (Agostino)
Che cos'è il tempo? Se non me lo chiedi lo so, se me lo chiedi, non so rispondere. (Agostino)
  • Utenti Online: 1
  • Utenti Offline: 53
  • Ospiti: 1,046
58 Utenti 743 Articoli 1935468 Visite agli articoli 20 Web Links

Grazie da Nuovapoesia

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   Timeline