Io e mio figlio

siamo un'isola

dove tu,

occasionalmente,

approdi.

Ne percorri in lungo e in largo

i silenziosi sentieri.

Poi, arbitrariamente, concludi

che ogni cosa è ancora al suo posto

che nulla è cambiato

e te ne vai.

Talvolta ti guardo allontanarti,

sconsolata.

Talvolta mi ribello!

Ti rincorro... Ma tu...

Sei più veloce di noi...

2 Non mi piace0