Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

nuovapoesia.com

1 1 1 1 1
Scritto da Francesco Marco Narrastrofe. Pubblicato in Poesie il 14 Mar 2018.
Hot 680 visualizzazioni 0 preferiti

Uomo perché non morto,
come se non bastasse.
Conforto in brevi parole di stesse cataste, parole bagasce.

Uomo come il vero 
gioca tre vite da serio.
Uomo tacere tremendo confeziona creature magnifiche intorno.

Fermo come duomo 
piange lamenti dentro,
che piove, lo senti nel gesto d’abbraccio, il cader, dal suono.

Uomo, mi cerco, lo sono.
L’anima desta ancora.
Fermo al movimento fisico intorno, sul fondo fango e tramonti, casa che tenta dimora.

-----------------------------------------
Tutti i diritti riservati a chiunque
F.M.Narrastrofe@2018@


Francesco Marco Narrastrofe

Autore: Francesco Marco Narrastrofe

14 54 16

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
0 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Francesco Marco Narrastrofe

Le sue ultime pubblicazioni:

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato
Qualcuno sulla pagina del mare traccia un segno di vita, figge un punto. Raramente qualche gabbiano appare. (M.Luzi)
Qualcuno sulla pagina del mare traccia un segno di vita, figge un punto. Raramente qualche gabbiano appare. (M.Luzi)
ester - ha risposto al commento n. 727 di La Notte
  • Utenti Online: 2
  • Utenti Offline: 48
  • Ospiti: 405
50 Utenti 492 Articoli 495344 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop