Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Tenaci grovigli di immagini

accalcate tra i meandri del tempo.

S'arrestano nitidi

alle soglie del presente,

varcano la mente,

scuotono,

trattengono pianti e rilasciano.

Sorrisi.

Soli, slegati dal sempre

inseguono,

pensiero dopo pensiero.

Stracciano gli abiti di ieri

denudano i forse

abbeverano i domani

e il domani fugge

Quasimodo dell'oggi.

Rintocca una campana,

segna il passo,

il presente va in cocci.

 

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
2 Non mi piace0
1 1 1 1 1