nuovapoesia.com Scrittori e Poeti del Web

nuovapoesia.com

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 5.00(Voti 1)
Scritto da Cristiano Sias. Pubblicato in Poesie il 07 Mar 2018.
Hot 3767 visualizzazioni 0 preferiti

quellarrivederci.jpg

 

Così è: Vi aspettiamo
sopra le file di frangiflutti
con chi è zappa e chi è zolla
incontro alla folla di sementi ed acqua.

Qualcuno per mano, qualcun altro si vanta
con i guanti bianchi o odoranti di gomma,
chi controlla la gonna, chi si chiude la patta

e c’è sempre quell’anima in fondo
che canta ogni foglio è un germoglio
quanto costa un sogno e quanto fa
l’erba voglio al cambio di follia
sulla spiaggia molle della riva
nella moltitudine che parte
e la solitudine, saggia, che arriva.

Ogni tanto spunta quell’onda
di schiuma grigia che abbraccia
un gruppo di poeti e se lo porta via.

Alcuni la guardano con malinconia
osservano la pelle bianca delle dita
altri vi riconoscono la tua arte
la faccia un po’ sbiadita, la mano sulla fronte

uno sopra l’altro, si raccontano l’orizzonte.


Cristiano Sias

73 1056 79

  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Guarda tutti gli scritti di Cristiano Sias

Le sue ultime pubblicazioni:

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Non permettere alle tue ferite di trasformarti in qualcuno che non sei. (P.Coelho)
Non permettere alle tue ferite di trasformarti in qualcuno che non sei. (P.Coelho)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 54
  • Ospiti: 244
58 Utenti 743 Articoli 1942232 Visite agli articoli 20 Web Links

Grazie da Nuovapoesia

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   Timeline