Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

nuovapoesia.com

1 1 1 1 1
Scritto da Gisella Ruzzu. Pubblicato in Poesie il 31 Lug 2017.
Hot 617 visualizzazioni 0 preferiti

Nel dubbio, in bilico, mi tenta ancora
il richiamo della deriva,
come il  canto delle sirene
sul baratro del mare.
Conosco questa voce,
conosco la potenza:
altre volte fuggii per strade impervie.
Ora non so. Discenderei
 senza fatica, sulla scia del suono,
senza guardare indietro
agli anni ormai dissolti
nella follia di un sogno o di un amore.
Sono vissuta in corsa,
innamorata persa
di un corpo o di un’idea;
mani protese a un sogno,
quasi raggiunto e sempre un palmo avanti.
Ho annaspato in affanno
nel mare dei perché
sul senso della vita.
Ho persino creduto,
a forza, a pugni chiusi,
di riplasmare il mondo.
Ora conosco il senso: è la deriva;
tacere, aprire i pugni,
a braccia abbandonate,
lasciarmi andare alla deriva.
Restituirò alla terra
la chimica del corpo e del pensiero,
la cenere dei fuochi
accesi inutilmente:
forse così troverò pace.
Eppure è stato bello innamorarmi.


Gisella Ruzzu

17 96 19

1 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Gisella Ruzzu

Le sue ultime pubblicazioni:

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato
FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



A parte l’uomo, tutti gli animali sanno che lo scopo principale della vita è godersela. (Samuel Butler)
A parte l’uomo, tutti gli animali sanno che lo scopo principale della vita è godersela. (Samuel Butler)
  • Utenti Online: 6
  • Utenti Offline: 49
  • Ospiti: 541
51 Utenti 496 Articoli 513448 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop