Chiesi per te Mamma, 
al maestro un tuo ritratto. 
 
Scese nel fondo del mare
per riprendere il colore dei tuoi occhi! 
Chiese carbone alle miniere
per dipingere i tuoi capelli
rubando al cielo fili di stelle argentate! 
 
Raccolse nel bosco fragoline rosse
per dare colore alle labbra! 
Scelse il sole al tramonto
per illuminare la tua pelle
e il vento per ondeggiare i tuoi capelli! 
 
Ti posò in un campo verde
tra gigli selvatici, 
fiordalisi e margherite, 
e la luce dell'argentea luna 
usò come cornice! 
 
Alla fine la guardò incredulo
e me ne fece dono, 
tanto sembravi viva. 
 
E come gemma preziosa
incastonata in un anello d'oro, 
così è il tuo ritratto
in una lapide di marmo rosa! 
 
2 Non mi piace0