nuovapoesia.com Scrittori e Poeti del Web

nuovapoesia.com

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 5.00(Voti 2)
Scritto da Gisella Ruzzu. Pubblicato in Poesie il 09 Feb 2017.
Hot 2735 visualizzazioni 0 preferiti

Ho calcato i miei passi
su quelle molte pietre
cercando la dolcezza
di altre orme dilavate,
ormai, da cento e cento
piogge, sottili a volte,
a volte diluvianti,
come condanne bibliche.
Ho trovato l'immane
valanga dei ricordi,
crudele nel travolgermi.
Me ne sono fuggita
prostrata dal peso impari,
sopraffatta dal groppo.
Cullerò le orme in nicchie
profonde di memorie,
né frugherò più i luoghi
che videro quei passi
e l'ombra di quei corpi
investiti dal sole.


Gisella Ruzzu

21 113 23

  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Guarda tutti gli scritti di Gisella Ruzzu

Le sue ultime pubblicazioni:

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Non morirei mai per le mie idee, perché potrebbero essere sbagliate. (B.Russell)
Non morirei mai per le mie idee, perché potrebbero essere sbagliate. (B.Russell)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 54
  • Ospiti: 517
58 Utenti 744 Articoli 1971318 Visite agli articoli 20 Web Links

Grazie da Nuovapoesia

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   Timeline