Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

Tu! Sei il buio delle mie notti,

il silenzio del lungo inverno artico.

Sei il freddo della nuda terra.

Sei il sospiro deluso d'un bimbo.

Silenziosa solitudine di ammassi stellari.

Non vedo labbra sul tuo volto.

Non c'è iride nei pozzi dei tuoi occhi.

Le tue mani tacciono, immobili.

Non dicono!

Ho consumato la mia voce, parlandoti.

e spento gli occhi miei, guardandoti.

L'anima mia, dal letargo s'è risvegliata.

La mente mia, per lungo tempo.

nel fosco abbraccio dell'inquieto sonno.

s'illumina d'un tratto.

Infranto ho, il cristallo del silenzio.

Ancora una volta il silenzio è infranto.

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
2 Non mi piace0
1 1 1 1 1