Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

nuovapoesia.com

5 1 1 1 1 1 Gradimento medio 5.00 (Voti 2)
Scritto da Cristiano Sias. Pubblicato in Poesie il 15 Ott 2016.
Hot 1053 visualizzazioni 0 preferiti

Prudono idee nel buio
per molti sono un male insopportabile
e se ti gratti si moltiplicano
a milioni
qualche volta sembrano polvere di stelle.
Ma sono impossibili da raccontare
e i colori non si possono contare
qualcuna sembra una stilla di sangue
altre danzano intorno alla più bella,
vince sempre la vita
e si riforma quel buffo mistero
che ride della morte
vestendosi di bianco
e di nero
e nel mezzo ogni tinta impalpabile
su tutto ciò che è falso
o che è vero.
Giullare, lasciali parlare
la troppa cultura uccide
i cervelli della grande abbuffata
gli stomaci di chi parla
e mai ride, di chi urla
e mai abbraccia
l'amico
con una risata.
E pensare che di te
sarebbe bastata la faccia
a dire basta
me ne vado via
mio Dio Antipatico
lo so, infine arrivo
e farò ridere anche voi.
Lasciali parlare, Giullare
sono già morti
in quel loro più e meno
senza ironia,
senza un perché.
E quando arrivo anch'io
mi piacerebbe almeno
insieme
prenderci un caffé.


Cristiano Sias

Autore: Cristiano Sias

41 468 45

prova
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
7 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Cristiano Sias



Avatar di ester
ester ha risposto alla discussione #197 15/10/2016 21:44
Meglio qui in vista... stupenda rivisitazione che interpreta il suo spirito insaziabile, che ha osato burlarsi, guardare in faccia la verità e prendersi gioco dell'ipocrisia!
Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • E' bellissima... sarà banale dirlo: una parola ovvia che racchiude tutto, come questa tua che tocca ogni pensiero che fu suo e il suo modo di prendere la vita ironicamente, seriamente scherzando e deridendo i potenti, i veri peccatori.

    "mi piacerebbe almeno
    insieme
    prenderci un caffè."

    Sì, vi intendereste a meraviglia, ma sarebbe stato meglio con lui vivo, qui, davanti a questo mondo storto che tanto bene ha raccontato.

  • Mi era sfuggita questa meraviglia. Confesso che da 15 anni non accendo la tele, quasi mi imbarazzo a dirvi che è trascorso uguale periodo senza aprire un libro, per una illogica ma sentita decisione di non affollarmi l'anima già esaurita e ingombra.
    Questo per poter ora affermare di aver conosciuto meglio Dario in questa poesia. La figura indefinita, pura come una persona sognata, la riconosco vera qui. Grazie Cristiano.

  • Ho letto e riletto, anche in fb, Amici di...
    Vi ho intravisto le mie giovanili considerazioni su un uomo di difficile comprensione se non se ne scava a fondo nelle riflessioni e nelle considerazioni e nel suo particolarissimo modo di porsi. Poi, lo strappo quando Franca Rame subì l'onta. Lo strazio interiore nel percepire la violenza e l'incapacità di comprenderne "l'ostentazione"... Da lì un'attenzione più accorta. Ecco, vi trovo tutto questo nelle tue parole! E mi fanno riflettere...

Se il mio bacio t'offende, se ti sembra un castigo, puniscimi anche tu: rendimi il bacio! (C.V.Catullo)
Se il mio bacio t'offende, se ti sembra un castigo, puniscimi anche tu: rendimi il bacio! (C.V.Catullo)
ester - ha risposto al commento n. 727 di La Notte
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 50
  • Ospiti: 390
50 Utenti 490 Articoli 494601 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop