Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

nuovapoesia.com

5 1 1 1 1 1 Gradimento medio 5.00 (Voti 1)
Scritto da Antonio Balia. Pubblicato in Poesie il 12 Ott 2016.
Hot 997 visualizzazioni 0 preferiti

Su bintunu de ghennargiu de su bintunu                                                 

est naschidu su partidu comunìsta

e fortes de sa bella concuìsta

de sos chi lo istaiant guvernande

e li andaiant sambene sutzànde

prus non nde vòliant mancunu.

 

E in ghennargiu ‘e su barantoto

ant batitzadu sa Costitutzione

pro lis garantire sa libertade

e mi sonat oje che unu boto

ca non li connosco prus resone

a custa italiana sotziedade.

 

Ca como chi che sunt inburghesidos

si ch’ant ismentigàdu sa raichina

su pòveru lis est che un’erichina

chi prus non ischit a umbe si dare

ca l’ant bortadu palas in s’andare:

e in medas che sunt oje afiguridos!

 

E medas bìvent elemosinande

ma sos prus non bi suni mutinde

e a milliaias si nde v’est fùinde

dae cando tra polìticos e bancas

si sunt allorados puru in ancas:

e canes, solu intendo dillerande!

 

E pòveros si nd’est puru uchìdende

dae s’avilimèntu 'e cussa vida:

ma galu non si bìdent cambiànde

e vene galu li est alvèschende

e galu e prus si chèrent in partida

custos chi nos suni disastrànde!

 

Chene lassare bìder un’ispera

de s’imbarare a sa Costitutzione

e a li rènder onore a sa bandera

chi sos partigianos cun resone

ant lischiu difèndere in cuss’era

dae sos nazifascistas, cun passione!

 

E si acoitu non nde àchent contu

ca non b’est traballu e nen dinare

e galu 'e prus ghetande ite pacàre:

de picare pessu, pontzo in contu!


Antonio Balia

20 93 22

0 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Antonio Balia

Le sue ultime pubblicazioni:

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Magari una traduzione? E' assai difficile da comprendere, nonostante i chiari riferimenti storici. Grazie.

  • Il 21 gennaio del 1921 (Con la traduzione in lingua italiana viene a mancare la corrispondenza con la rima).

    Il ventuno gennaio del millenovecento ventuno / è nato il partito Comunista / e forti della loro bella conquista / di coloro che stavano al governo / e che al popolo succhiavano lentamente il sangue / più (al potere) non volevano nessuno.
    E nel gennaio del millenovecento quarantotto / hanno battezzato (è nata) la Costituzione / per garantire loro la libertà / che oggi mi risulta però insignificante (mi suona come un vecchio barattolo) / poiché non gli riconosco più ragione (d’essere! Di esistere!) / a questa italiana società! (dove in assoluta malafede i politici ignorano i principi della Costituzione).

    Poiché ora che si sono imborghesiti / hanno volutamente dimenticato le loro radici / ed il povero gli sta come il veleno (de s’erichina=della zecca) / e non sa più dove andare (il povero) / dato che col tempo gli hanno purtroppo voltato le spalle (ignorato) / e molti di loro sono al limite dell’umana sopportazione!
    E in molti vivono di elemosine / ma la maggior parte affrontano il dramma silenziosamente / ed a migliaia stanno fuggendo (dall'Italia) / da quando tra politici e banche / si stanno volutamente collegando (viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda) / e i cani solo sento canticchiando! (i felici della sporca ricchezza!)
    E tanti sono i poveri che si stanno suicidando / dall'avvilimento di quella vita: / ma nonostante tutto non stanno affatto cambiando / e bene gli sta ancora ad albeggiare / e ancora di più si vogliono in partita / coloro che ci stanno a disastrare!
    Senza far trasparire un barlume di speranza / che possano quanto prima considerare la Costituzione / e rendere quindi onore alla bandiera / che i partigiani, a ragione / hanno saputo difendere in quell'era / dai nazifascisti, con passione!
    E se a breve non provvederanno / poiché non c’è lavoro e ne denaro / e ancor di più ci aumentano le tasse: / di prenderne atto, metto in conto!

  • Grazie! Così ho potuto apprezzare maggiormente il testo.
    Ti fa molto onore questa tua abilità nell'idioma dei luoghi che ti hanno visto nascere, per altro mi pare anche assai difficile da piegare all'esigenze metriche, che pure riesci a rispettare.

    Mi complimento e stimo molto questa tua passione.

FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Abbiamo abbastanza religioni per odiare il prossimo, ma non per amarlo. (Jonathan Swift)
Abbiamo abbastanza religioni per odiare il prossimo, ma non per amarlo. (Jonathan Swift)
  • Utenti Online: 1
  • Utenti Offline: 49
  • Ospiti: 787
51 Utenti 497 Articoli 515767 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop