Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

Ogni acquisto aiuta Nuovapoesia

Ogni acquisto fatto tramite questo banner aiuta Nuovapoesia

5 1 1 1 1 1 Gradimento medio 5.00 (Voti 2)
Scritto da Francesco Marco Narrastrofe. Pubblicato in Poesie il 24 Giu 2016.
Hot 1734 visualizzazioni 0 preferiti

 

Vorrei sapere cosa vedi quando osservi intorno.
Cosa canti dentro il tuo tacere.
Se ci sono rampicanti e tramonti nel tuo mondo
e se anche tu, alcune notti, le ascolti gemere.

Se guardi qui, in questo preciso mio momento.
Se hai tempo per pensarmi, o è solo il mio tormento.

Ma non preoccuparti di mie domande storte,
son sciocco e nelle mie notti inciampo.
Lascio queste parole alla tua cattiva sorte,
inversa stella, ascendente adunco,

che mentiva luce impropria dalla volta infinita,
sul maledetto giorno in cui tu eri nata.


Francesco Marco Narrastrofe

61 352 64

8 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Francesco Marco Narrastrofe

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Vivi ogni giorno della vita come fosse l'ultimo. (Seneca)
Vivi ogni giorno della vita come fosse l'ultimo. (Seneca)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 51
  • Ospiti: 1,175
54 Utenti 506 Articoli 642990 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop