Quindici anni di passione!
Toggle Bar

color

Ogni acquisto aiuta Nuovapoesia

Ogni acquisto fatto tramite questo banner aiuta Nuovapoesia

1 1 1 1 1
Scritto da michael. Pubblicato in Poesie il 11 Giu 2016.
Hot 1004 visualizzazioni 0 preferiti

Cappotti di muschio

su pietre infreddolite

all'ombra di alberi assopiti

che non contano più anni

 

Lunghi vecchi sentieri

rughe riempite di verdi solitudini

confinanti a forfait con feritoie

nei muri di case abbandonate

affacci pigri d'animali

che mai mediarono con gli umani

e ora si vendicano

riscrivendo la storia

in pagine di traiettorie

 

Rivoli d'argento

coperti da rovi intrecciati

di tanto in tanto s'affacciano

esortati dall'inchino di un ramo

a riflettere pagliuzze dorate

spuntate tra lasche foglie

a farsi massaggiare

al prezzo di dissetare

occhi al rimiro di confermarsi

 

Sostano e poi passeggiano

le nuvole sulle vette

cambiano sembianze

vorticano il silenzio di Dio

mediato col paesaggio

sempre pronto a ingraziarsi

il suo volere

 

Rare voci, metalliche

si fiondano tra dirupi

s'annidano tra porose rocce

ove il tempo le pasteggia

per non farsi contare

------------------------------------------

Da:Quando Gli Alberi Si Rifiutano Di Ospitare Le Foglie

www.santhers.com


michael

15 37 17

0 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di michael

Le sue ultime pubblicazioni:

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato
FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Che cos'è il tempo? Se non me lo chiedi lo so, se me lo chiedi, non so rispondere. (Agostino)
Che cos'è il tempo? Se non me lo chiedi lo so, se me lo chiedi, non so rispondere. (Agostino)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 51
  • Ospiti: 383
54 Utenti 505 Articoli 569570 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop