Dove la voce cala e il cuore manca

 

Un fiume d’ansia affiora
Prima o poi incespico nell’angolo
dove cade la voce e fra le ciglia 
salgono scomposte 
lacrime
che amare rigano la vita

 

Ripenso a chi non torna 
dal limite oltre il quale
si spense la voce ed il sorriso

 

I volti col tempo si sfanno nei contorni
ma basta un particolare che risuoni ad libitum 
ed improvviso scioglie i lacci al pianto

 

 

 

 

1 Non mi piace0