Mosso da indomito ardore ricerca il motivo 

che ancora non sa
e consiglia all'amico che muoversi deve 
dove recarsi e pur cosa fare;

e si domanda perché:

quale invisibile stimolo inviti al cammino 
che invoglia a seguirlo
nell'onda del passo veloce e che lento se occorre diventa
ed in silenzio risponde 
senza capire chi mai possa averlo formato così;

e ancora si chiede perché:

anche dormendo qualcuno lo prenda per mano 
così che si sveglia 
nell'ora che vuole partire e sia giorno che notte 
precede l’amico 
compagno fedele dell’ombra che non sa dov'è;

e che sempre la segue:

in monti, pianure e ovunque l'invia
per ciò che lo chiama e l’altro provvede
alla linfa nel piede che il passo gli da.

 

2 Non mi piace0