nuovapoesia.com Scrittori e Poeti del Web

nuovapoesia.com

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 0.00(Voti 0)
Scritto da Cristiano Sias. Pubblicato in Note e pensieri il 12 Set 2023.
Hot 494 visualizzazioni 0 preferiti

Non posso certo dire che sia fra i miei cantanti preferiti, ma è una delle canzoni di Vasco Rossi che mi è rimasta più impressa, insieme a "C'è chi dice no". "No" all'ipocrisia, alla mancanza di rispetto, alla maleducazione, alla cattiveria, all'insensibilità e l'egoismo di amici, parenti, di un sistema che ti sfrutta e ti strangola, e che se cerchi di difenderti ti emargina, ti insulta, ti cancella fino a trasformarti in un invisibile, un reietto, in ogni caso relegato in una prigione di opinioni, di umiliazioni, di solitudine e isolamento, dove devi solo morire. "Noi usciremo fuori quando le ombre coprono le fessure", scriveva William Burroughs, forse un messaggio, un segnale che per molti appare come un avvertimento negativo, o peggio una minaccia, quasi da film dell'orrore per alcuni, mentre invece è un'affermazione sommersa di quella positività sacrificata sull'altare della mediocrità, costretta a nascondersi per sopravvivere, in nome di una purezza, una genialità, una qualità, un'affermazione di sogni e talento trucidate da un meccanismo deviato al limite del diabolico, immenso e soffocante, perché il bene, costretto a nascondersi persino da quel confuso se stesso nel marasma di depravazione e perversione umana, sociale, politica e letteraria, trionferà sempre sul male.
Quanti di noi a volte si sentono come una bomba pronta ad esplodere? E poi finisce che pieghiamo il capo alla nostra stessa debolezza e vigliaccheria, ci ingrigiamo e moriamo dimenticando persino quegli anni ribelli della gioventù dove pensavamo di cambiare il mondo.
Non è stato facile quest'anno di battaglie al limite del sovrumano, un cambiamento epocale nella mia vita, probabilmente l'impresa più ardua nella quale mi sia mai cimentato, fra nemici ostili e qualche angelo, che mi ha salvato nei momenti in cui mi sentivo perso. Era tempo di liberarsi delle zavorre. Molte sono le cicatrici, molte le amarezze, con la stanchezza che intima il riposo, logorante percorso necessario per una dimensione più vera, infine per sopravvivere, fisicamente e psicologicamente, ripagate da un lento riprendersi, un ricominciare sentendosi più forte, più consapevole. Sono ancora qua, per salutarvi e riabbracciarvi in questo nostro piccolo mare di pensieri, e dirvi che non sono mai andato via, augurando a voi tutti la stessa serenità che giorno dopo giorno sto ritrovando, grazie anche a voi, coraggiosi passanti in questa piccola oasi di salvifica semplicità.
Mi siete mancati. Vi voglio bene.


Cristiano Sias

73 1056 79

  • 0
  • 1
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Guarda tutti gli scritti di Cristiano Sias



Avatar di ester
ester ha risposto alla discussione #1 21/05/2024 01:53
E' sempre una bellissima sorpresa rileggerti qui, in questo angolino tranquillo e sempre aperto. La tua presenza conforta la solitudine di chi torna qui in cerca di voci amiche e sa di trovarle. Anche se al momento non riesco ad esprimere nulla e rischio quella resa alla stanchezza di cui tu scrivi, preme il desiderio di farmi sentire presente e vicina. Anche se è stato un passo assai faticoso, tornare nella tua Isola credo sia stata un'ottima decisione. L'abbraccio della terra amata si avverte subito come quello di una madre e sicuramente dalla terra stessa ti giungono ora nuove forze e nuove energie. Fiduciosa che saranno anche favorevoli a nuove produzioni letterarie, ti aspetto...
Avatar di Cristiano Sias
Cristiano Sias ha risposto alla discussione #2 14/09/2023 19:37
Grazie Carmelo, ma se conto le battaglie al buio più che un vincitore mi sento un lottatore pieno di lividi, ma ancora vivo, e questo è già tanto.
FaLang translation system by Faboba

Se questo sito vi piace, considerate di dare anche un piccolissimo aiuto per il suo sostentamento. Grazie



Non permettere alle tue ferite di trasformarti in qualcuno che non sei. (P.Coelho)
Non permettere alle tue ferite di trasformarti in qualcuno che non sei. (P.Coelho)
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 54
  • Ospiti: 169
58 Utenti 743 Articoli 1942261 Visite agli articoli 20 Web Links

Grazie da Nuovapoesia

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   Timeline