nuovapoesia.com

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 5.00(Voti 1)
Scritto da Antonio Balia. Pubblicato in Generale il 27 Giu 2022.
84 visualizzazioni 0 preferiti

Non so, credimi, non so                                                                  

come poterti parlare dei colori dell’alba

perché sarebbe come se il dire sia non dire

ciò che forse non vorresti mai sentire!

E se non so spiegarti, come posso

cercare di poterti regalare un fiume in piena

che sempre emerge dal buio universale

e leggero come vela, muove silenzioso

senz’acqua, aria, forma, voce, senso

elargendo amore, odio, allegria, dolore!

E in felice o angosciante pazzia

penso che il bianco sia nero e il buio luce!

Ma che ci posso fare, se non so

non so perché non mi sostiene il sentiero 

e cerco di percorrerne le vie

cosciente d’inoltrarmi nella selva senza tempo

ogni qualvolta mi ritrovo in questo stato!

Ma che ci posso fare?

Ero nella buona strada, pensavo

e non immaginavo un’altra vita

e tanto meno il rivoltare d’esistenza

che proietta nel dolore, rivedendo quell’inutile passato

che ogni giorno organizzavo e non capivo.

Come un soldato, disponibile ai solleciti mentali

filavo concentrato sulla meta

in una vita variegata

come tante centinaia di migliaia ho conosciuto

e volentieri mi associavo, come loro verso me.

Ma che diavolo avrei dovuto fare ?

Ero fatto così! E stavo bene; sì

perché mi sentivo padrone di me stesso

e non potevo immaginare di sposare quella vita

con un’altra sconosciuta, e tranciare certi fili

collegati al mio corpo che adoravo alla follia!

Cinquanta lunghi anni hai impiegato

a modellarmi per l’ascolto del silenzio

e mi costringi a rivedere quel passato!

E dovrei anche ringraziarti?

 


Antonio Balia

27 132 28

0 Non mi piace0

Guarda tutti gli scritti di Antonio Balia

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare
  • Nessun commento trovato
FaLang translation system by Faboba
Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele. (A.Magnani)
Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele. (A.Magnani)
Guarda la pagina di
  • Manuela
  • michela
  • raffaele
  • Pierfrancesco
  • Vita Allevi
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 52
  • Ospiti: 180
56 Utenti 579 Articoli 871260 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   

Cambia l'aspetto chiaro/scuro