Parevano ombre
ma i corpi erano trasparenti,
si mossero d’improvviso
girandosi verso di loro
con uno sguardo di sfida,
s’incamminarono con passi leggeri
ed ogni passo curiosamente
rimbombava,
poi le nebbie le avvolsero
rimasero come luci fioche
bianche come fanalini rotti
stranamente non scomparivano
e quando al primo battito di ciglia
non le vidi più
mi restò impresso
come stìmate nelle pupille
il ricordo.

 

https://www.facebook.com/cristiano.sias1/posts/10204354154450238

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
2 Dislike0