This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand

Cookie Policy

This site uses cookies and similar technologies, in order to enable or improve the service and safety of navigation.
(European legislation - Legislative Decree 69/2012 and 70/2012, the measure of the guarantor privacy 08/04/2014, Official Gazette 126 06.03.2014, legal obligation from 6.3.2015) .

This Cookie Policy relates to www.nuovapoesia.com ("Site") managed and operated by Cristiano Sias, Via G. Mazzini 48, 15060 Vignole Borbera (AL), CF SSICST54P05E004Z (“Cristiano  Sias").

Cookies are small text files sent to you by visiting the web site. They are stored on computer hard disk, thus allowing the website to recognize users and store certain information about them, in order to enable or improve the service

.
There are different types of cookies. Some are required to be able to surf the Web, others have different goals such as ensuring internal security, system administration, perform statistical analysis, to understand what are the sections of the Site that are more relevant to users or offer a personalized visit of the Site.

The Site uses cookies technical and not profiling. The above refers both to the user's computer to any other device that you can use to connect to the Site.

Technical cookies

Technical cookies are those used for the sole purpose of carrying out the transmission of a communication over an electronic communications network, or as strictly necessary for the provider of an information society service explicitly requested by the subscriber or user to provide that service.

They are not used for other purposes and are normally installed by the owner or operator of the website.

Can be divided into the navigation cookies or session, which guarantee the normal navigation and use of the website (allowing, for example, to make a purchase or authenticate to access restricted areas); analytics cookies, similar to the technical cookies when used directly by the site operator to collect information, in aggregate form, the number of users and how they visit the site; cookies of functionality, that allow a user browsing the function of a set of selected criteria (for example, the language, the products selected for purchase) in order to improve the return to the same service.

Disabling cookies may limit your ability to use the Site and to prevent from fully benefiting of features and services on the Site. To decide which to accept and which to reject, is illustrated below is a description of cookies used on the Site.

Types of cookies used

Cookies of the first part:
The cookies of the first part (ie cookies that belong to the publisher's site that created them) are set by the user visited website, whose address appears in the URL box. The use of cookies allows us to operate the site efficiently and to track patterns of behavior of visitors
.

Third Party Cookies:
The third-party cookies are set by a different domain than the one visited by the user. If a user visits a site and a different company sends the information using that site, you are in the presence of third-party cookies
.

Session cookies:
The c.d. session cookies they are temporarily stored and is deleted when the user closes the browser. If you register with the Site, may use cookies that collect personal data in order to identify you on subsequent visits and facilitate access - login to the site (for example, keeping your username and password) and the navigation on the same. In addition, the site uses cookies for system administration purposes. The Site may contain links to other sites. The site has no access or control over cookies, web bacon and other tracking technologies used on third party sites that the user can access the site, the availability of any content and material that is published or obtained through such sites and on special rules for processing of personal data; the site in this regard, considering the amount of such other sites, expressly disclaims all responsibility. You should check the privacy policy of any third party sites that are accessed from the website to know the conditions applicable to the processing of personal data since the Website Privacy Policy applies only to the Site as above defined
.
 
Persistent Cookies:
Persistent cookies are stored on the user device between browser sessions, allowing you to remember any preferences or user actions on a site. They can be used for different purposes, for example to remember the preferences and choices when using the Site.
 
Essential cookies:
These cookies are necessary for the operation of the Site. Without the use of such cookies some parts of the site would not work. They include, for example, cookies that enable access to protected areas of the site. These cookies do not collect information for marketing purposes and can not be disabled.

Functional cookies:
These cookies are used to recognize a user who returns to your site. They allow you to customize the content and remember your preferences (for example, the selected language or region). These cookies do not collect information that can identify you. All information gathered is anonymous.

Cookies of sharing on social networks:
These cookies facilitate the sharing of site content through social networks such as Facebook and Twitter. To view the respective privacy policies and cookies you can visit the Web sites of social networks. In the case of Facebook and Twitter, you can visit https://www.facebook.com/help/cookies and https://twitter.com/privacy.

Specifically, the following is a list of the main cookies used on the Website and their descriptions and functionality, including the time duration.
1)  Cookie TypeFirst part Functional
ProvenanceNuovapoesia
FinalityRecover your settings (save the user's session and remember certain settings such as the accessibility settings)
Durationpersistent cookie
  
2) Cookie Type First part Functional
ProvenanceNuovapoesia
FinalityStore the user's location and remember the language settings (anonymous)
  
3) Cookie TypeFirst part Functional
ProvenanceNuovapoesia
FinalityCustomize the content of the page depending on the device used by the user, of his choices and settings (anonymous)


How to change the settings on cookies

Most browsers automatically accept cookies, but you can usually change the settings to disable this function. E 'can block all types of cookies, or accept only get a few, and disable the other. "Options" or "Preferences" in the browser menu allows you to avoid receiving cookies and other user tracking technologies, and how to get notification from the browser activation of these technologies. Alternatively, you can also refer to "Help" of the toolbar present in most browsers.

E 'can also select the browser you used from the list below and follow the instructions: -
Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. From mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

To learn more about cookies and to manage cookie preferences (first and / or third party) users are invited to also visit  www.youronlinechoices.com. It should be stressed that disabling cookies or those of the navigation function can cause the malfunction of the Site and/or limit the service offered by the Site.

nuovapoesia.com

User Rating: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
Written by Cristiano Sias. Posted in Eventi e notizie on 09 Feb 2017.
Hot 1169 hits 0 favoured

 

Non posso passare il tempo a cercare di sopravvivere

 

“Ho vissuto (male) per trent’anni, qualcuno dirà che è troppo poco. Quel qualcuno non è in grado di stabilire quali sono i limiti di sopportazione, perché sono soggettivi, non oggettivi. Ho cercato di essere una brava persona, ho commesso molti errori, ho fatto molti tentativi, ho cercato di darmi un senso e uno scopo usando le mie risorse, di fare del malessere un’arte.

 

 

Ma le domande non finiscono mai, e io di sentirne sono stufo. E sono stufo anche di pormene. Sono stufo di fare sforzi senza ottenere risultati, stufo di critiche, stufo di colloqui di lavoro come grafico inutili, stufo di sprecare sentimenti e desideri per l’altro genere (che evidentemente non ha bisogno di me), stufo di invidiare, stufo di chiedermi cosa si prova a vincere, di dover giustificare la mia esistenza senza averla determinata, stufo di dover rispondere alle aspettative di tutti senza aver mai visto soddisfatte le mie, stufo di fare buon viso a pessima sorte, di fingere interesse, di illudermi, di essere preso in giro, di essere messo da parte e di sentirmi dire che la sensibilità è una grande qualità.

Tutte balle. Se la sensibilità fosse davvero una grande qualità, sarebbe oggetto di ricerca. Non lo è mai stata e mai lo sarà, perché questa è la realtà sbagliata, è una dimensione dove conta la praticità che non premia i talenti, le alternative, sbeffeggia le ambizioni, insulta i sogni e qualunque cosa non si possa inquadrare nella cosiddetta normalità. Non la posso riconoscere come mia. Da questa realtà non si può pretendere niente. Non si può pretendere un lavoro, non si può pretendere di essere amati, non si possono pretendere riconoscimenti, non si può pretendere di pretendere la sicurezza, non si può pretendere un ambiente stabile.

 

A quest’ultimo proposito, le cose per voi si metteranno talmente male che tra un po’ non potrete pretendere nemmeno cibo, elettricità o acqua corrente, ma ovviamente non è più un mio problema. Il futuro sarà un disastro a cui non voglio assistere, e nemmeno partecipare. Buona fortuna a chi se la sente di affrontarlo. Non è assolutamente questo il mondo che mi doveva essere consegnato, e nessuno mi può costringere a continuare a farne parte. È un incubo di problemi, privo di identità, privo di garanzie, privo di punti di riferimento, e privo ormai anche di prospettive.

Non ci sono le condizioni per impormi, e io non ho i poteri o i mezzi per crearle. Non sono rappresentato da niente di ciò che vedo e non gli attribuisco nessun senso: io non c’entro nulla con tutto questo. Non posso passare la vita a combattere solo per sopravvivere, per avere lo spazio che sarebbe dovuto, o quello che spetta di diritto, cercando di cavare il meglio dal peggio che si sia mai visto per avere il minimo possibile. Io non me ne faccio niente del minimo, volevo il massimo, ma il massimo non è a mia disposizione. Di no come risposta non si vive, di no si muore, e non c’è mai stato posto qui per ciò che volevo, quindi in realtà, non sono mai esistito. Io non ho tradito, io mi sento tradito, da un’epoca che si permette di accantonarmi, invece di accogliermi come sarebbe suo dovere fare.

Lo stato generale delle cose per me è inaccettabile, non intendo più farmene carico e penso che sia giusto che ogni tanto qualcuno ricordi a tutti che siamo liberi, che esiste l’alternativa al soffrire: smettere. Se vivere non può essere un piacere, allora non può nemmeno diventare un obbligo, e io l’ho dimostrato. Mi rendo conto di fare del male e di darvi un enorme dolore, ma la mia rabbia ormai è tale che se non faccio questo, finirà ancora peggio, e di altro odio non c’è davvero bisogno. Sono entrato in questo mondo da persona libera, e da persona libera ne sono uscito, perché non mi piaceva nemmeno un po’. Basta con le ipocrisie.

Non mi faccio ricattare dal fatto che è l’unico possibile, io modello unico non funziona. Siete voi che fate i conti con me, non io con voi. Io sono un anticonformista, da sempre, e ho il diritto di dire ciò che penso, di fare la mia scelta, a qualsiasi costo. Non esiste niente che non si possa separare, la morte è solo lo strumento. Il libero arbitrio obbedisce all’individuo, non ai comodi degli altri. Io lo so che questa cosa vi sembra una follia, ma non lo è. È solo delusione. Mi è passata la voglia: non qui e non ora. Non posso imporre la mia essenza, ma la mia assenza sì, e il nulla assoluto è sempre meglio di un tutto dove non puoi essere felice facendo il tuo destino.

Perdonatemi, mamma e papà, se potete, ma ora sono di nuovo a casa. Sto bene. Dentro di me non c’era caos. Dentro di me c’era ordine. Questa generazione si vendica di un furto, il furto della felicità. Chiedo scusa a tutti i miei amici. Non odiatemi. Grazie per i bei momenti insieme, siete tutti migliori di me. Questo non è un insulto alle mie origini, ma un’accusa di alto tradimento.

P.S. Complimenti al ministro Poletti. Lui sì che ci valorizza a noi stronzi.

Ho resistito finché ho potuto”.

Michele


Cristiano Sias

Author: Cristiano Sias

38 412 42

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
2 Dislike0
1 1 1 1 1

About the Author Cristiano Sias

More articles from this author

Vote this article

05

Discuss this article in the forums (6 replies).
Please login to comment
  • No comments found

Friday, 13 December 2019 08:26
Friday, 13 December 2019
Una parola muore appena detta, dice qualcuno. Io dico che solo quel giorno comincia a vivere. (E. Dickinson)

  • Online Users: 0
  • Offline Users: 64
  • Guests: 314
66 Users 503 Articles 30 Web Links 427830 Articles View Hits

Thanks to Nuovapoesia

The latest news to Nuovapoesia on your desktop  

The latest news to Nuovapoesia on your desktop   Timeline