nuovapoesia.com Scrittori e Poeti del Web

1 1 1 1 1

Accedi per votare il brano


Gradimento medio 5.00(Voti 1)
Scritto da michela. Pubblicato in Arti visive e varie il 25 Ago 2022.
Hot 1176 visualizzazioni 0 preferiti

china acquerellata

 

binario 12

 

Il lungo corridoio, poi la folla

ma è l’ultima barriera: dove vado,

 

tu destino lo sai.

Non voglio dire mai

“Chissa?” e allora rischio.

 

per sentire  me pure, stringo forte

i pugni trascinando la  valigia

che sobbalza, senza chiedere scusa

 

alla follia che suona come mille

campane: più dei lunghi e indifferenti

fischi di treni che vanno e che vengono.

 

A fine corsa tu sei lì. Io vedo

negli occhi tuoi la stessa luce mia

 

a spegnere i rumori ed il vociare

della gente che corre e non si ferma

 

ad ascoltare un suono

per noi antico e nuovo.

Si ferma invece il tempo,

 

però non so se è un treno

che ora ha saltato il turno

laggiù al binario quindici.

 

No, non c’è freddo su quel marciapiede. 

 

 


michela

73 601 77

  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Guarda tutti gli scritti di michela

Le sue ultime pubblicazioni:

FaLang translation system by Faboba
A michela piace il commento su Tempo sospeso
A Cristiano Sias piace il commento su L'assoluto
Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo. (Voltaire)
Disapprovo ciò che dici, ma difenderò alla morte il tuo diritto di dirlo. (Voltaire)
A michela piace il commento su Tempo sospeso
A Cristiano Sias piace il commento su L'assoluto
A Carmelo piace il commento su Riflessione
Cristiano Sias ha commentato Riflessione
  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 54
  • Ospiti: 585
58 Utenti 742 Articoli 1785614 Visite agli articoli 20 Web Links

Grazie da Nuovapoesia

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop  Timeline

Le ultime novità di Nuovapoesia sul tuo desktop   Timeline