Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto e la sicurezza nella navigazione.
( Normativa europea - Decreto legislativo 69/2012 e 70/2012,  provvedimento del garante privacy  8/4/2014, gazzetta ufficiale 126 3/6/2014,  obbligo di legge dal 3/6/2015) .

La presente Cookie Policy è relativa al sito www.nuovapoesia.com (“Sito”) gestito e operato da Cristiano Sias, via G.Mazzini 48, 15060 Vignole Borbera (AL), C.F. SSICST54P05E004Z (“Cristiano  Sias").

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Tipologie di cookies utilizzati

Cookies di prima parte:
I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.

Cookies di terzi:
I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.

Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre il Sito utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Il Sito non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; il Sito a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy del Sito si applica solo al Sito come sopra definito.

Cookies persistenti:
I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

Cookies essenziali:
Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.

Cookies funzionali:
Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.

Cookies di condivisone sui Social Network:
Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.

Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di CookiePrima parte Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàRecuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
DurataCookie persistente
  
2) Tipologia di Cookie Prima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàMemorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)
  
3) Tipologia di CookiePrima parte - Funzionale
ProvenienzaNuovapoesia
FinalitàPersonalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)


Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permette di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.

E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto dal Sito stesso.

nuovapoesia.com

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Scritto da Giuliano. Pubblicato in Prosa il 20 Mag 2016.
Hot 1488 visualizzazioni 0 piaciuti

Pillole di vita. - Una bella giornata.

 

Vivo  giorno per giorno, è bella la vita senza doversi ingegnare, programmare, progettare, pensare a quello che farò fra poco, domani, o il prossimo mese e/o anno.
Il mattino mi alzo verso le sette sistemo la mia camera e mi preparo per la colazione che solitamente faccio verso le 8,00. una piccola colazione senza tanti fronzoli, caffè latte e una brioche, è sufficiente per la mattinata visto che, alla mia età, non lavoro e non faccio grandi attività fisiche.

Ho sessant'anni, non lavoro da tanti anni ma mi posso permettere questa vita tranquilla.

Dopo la colazione esco nel piazzale che si trova davanti alla palazzina del mio alloggio, lì incontro tutti i residenti, ci conosciamo quasi tutti, c'è sempre qualcuno che se ne va e sempre qualcuno che arriva. È facile fare amicizia, non serve andare lontano, abitiamo tutti nello stesso stabile, ci incontriamo nei corridoi, per le scale, per me è impossibile non salutare chi incontro e scambiare due chiacchiere quando ci troviamo nel piazzale.

Certo, c'è sempre qualcuno che è di cattivo umore, che saluta appena, capita nella vita di avere dei contrattempi o dei problemi, allora ci si concentra per poter trovare una soluzione e alle volte non si nota o non si ha in sé il pensiero di salutare chi incontriamo, nessuno se la prende anche perché prima o dopo succede, è successo anche a me, però c'è sempre qualcuno che ti può dare un consiglio o un suggerimento per aiutarti.

Un bel posto, tranquillo, si vive bene e non ci sono assilli o obblighi oberanti.

Ogni tanto facciamo pure qualche lavoretto, ci siamo dati dei turni per pulire il piazzale, innaffiare le aiuole curare i fori togliere le erbacce. Tutti lavoretti che non costano fatiche e che aiutano a mantenere in ordine il piazzale condominiale.

Ci sono anche dei campi giochi, i più giovani si divertono con il campo di pallavolo oppure con il campo di pallacanestro mi piace chiamarli così sono ancora un italiano di vecchio stampo, le denominazioni volley o basket sono copiate dagli americani.

Che strano, alle volte ne parliamo fra noi, questa mania di copiare le parole straniere, è così bello parlare italiano, bello rotondo dolce nella pronuncia senza quei raschiamenti di gola e di lingua, senza cappa o doppia v o ipsilon e quant'altro. Vuoi mettere dire pallacanestro invece che basket? Non c'è confronto.

Oh, sto divagando... i pensieri volano e alle volte prendono vita propria sviluppandosi in scie auto generanti, basta una scintilla per farne nascere continuamente di nuovi. Però, che cosa fantastica la mente umana, senza muoversi ti porta in qualsiasi posto e tempo dell'universo, credo che nessuno riuscirà ad esplorarne mai le vere capacità.

Comunque ritorno al nostro piazzale, dicevo dei più giovani che oltre ai due campi da gioco hanno anche la possibilità di sgranchirsi correndo più o meno velocemente lungo i vialetti (qui gli americani ci hanno regalato la parola footing... tzè...), inoltre ci sono anche dei tavoli da ping pong.

Per noi meno giovani ci sono le classiche bocce, alle volte facciamo delle gare con i più giovani, e la differenza si nota. I giovani sono impetuosi e riflettono poco tendendo al gioco individuale mentre, e non faccio per vantare la categoria dei meno giovani, noi siamo più riflessivi e collaborativi, dosiamo le forze e controlliamo i nostri istinti e, quasi sempre, li stracciamo letteralmente.

La stessa cosa succede quando si gioca a briscola, tressette o allo scopone scientifico. Invece ai giochi americani, poker, black-jack ecc. sono loro a stracciarci. Ecco perché ci affrontiamo alternativamente, per mantenere la coesione e riderci anche un po' sopra con battute bonarie e allegre prese in giro.
D'altronde lo sanno tutti che a perdere sempre ci si stanca e ugualmente a vincere sempre ci si annoia e il gioco perde, in tutti i due i casi, di interesse e di spirito di competizione e alla fine ci rimette pure l'amicizia.

A mezzogiorno si pranza, possiamo scegliere se pranzare tutti assieme nella sala comune oppure nella propria camera, che è dotata di un piccolo fornello se qualcuno non ha appetito, ci si può fare un tè o qualcosa di leggero, ma lo si usa solamente d'inverno quando arrivano i raffreddori o le influenze.

Il pomeriggio, per chi vuole, c'è la possibilità di concedersi un riposino, altrimenti si scende di nuovo nel piazzale oppure, visto che c'è ed è sempre aperta, abbiamo a disposizione una piccola ma fornitissima biblioteca ed anche una sala con televisore e lettore per gustare il vari telegiornali o un bel film in videocassetta o in dvd.

Questa è la nostra giornata, serena, tranquilla, con tanti amici con cui condividerla.

Alla sera, una bella doccia e poi la cena verso le 19,00, quindi dopo un po' di chiacchiere verso le 10, anzi diciamo alle 22,00, torniamo tutti nei nostri alloggi, non abbiamo dei grossi obblighi, uno dei pochi è quello di ritirarsi a quest'ora, ma non è un obbligo pesante, anzi alle volte ci ritiriamo pure prima.

Una cosa alla sera mi colpisce di più, e non solo alla sera ma anche di giorno, ogni volta che guardo dalla finestra vedo tanta gente oltre il muro che delimita il nostro piazzale.
Strana gente, sempre di corsa, che discutono animatamente lungo la strada, che suonano le trombe delle loro auto se qualcuno attraversa la strada e di conseguenza, quelli che attraversano la strada che inveiscono con parolacce, insulti e gestacci contro gli chi è in auto.
Corrono per andare al lavoro o a fare le spese. Corrono per tornare alle proprie case. Corrono per tutto il giorno fino a sera parlando al telefonino, arrabbiandosi, urlando gesticolando...

Mah... non invidio quella vita, sarà che io devo ancora scontare l'ergastolo per qualcosa che ho fatto trent'anni fa, ormai non mi ricordo più per cosa, ma non li invidio proprio.

Loro ci chiamano carcerati e si definiscono Liberi...

Io però... ho dei dubbi su questo, magari è il contrario ma lascio che si godano la loro libertà... se a loro piace così.

Oh hanno spento la luce... buona notte.
Domani sarà sicuramente un'altra bella giornata.

 

L.L.


Giuliano

Autore: Giuliano

13 318 15

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn
3 Non mi piace0
5 1 1 1 1 1 Gradimento medio 5.00 (Voti 2)

Guarda tutti gli scritti di Giuliano

Le sue ultime pubblicazioni:

Accedi o registrati per inviare un commento o partecipare

Lunedì, 23 Ottobre 2017 08:19
Lunedì, 23 Ottobre 2017
Quanto manca alla vetta? Non ci pensare e sali! (F.W.Nietzsche)

  • Utenti Online: 0
  • Utenti Offline: 47
  • Ospiti: 203
49 Utenti 384 Articoli 29 Web Links 177179 Visite agli articoli

Grazie da Nuovapoesia

Io uso Scarica Firefox Scarica Chrome
Non uso Sconsigliato: Internet Explorer

Le ultima novità di Nuovapoesia sul tuo desktop PRchecker.info